NOCERINA, Figliomeni: ”e ora sotto col Varese”

NOCERINA, Figliomeni: ''e ora sotto col Varese''

BUSTO ARSIZIO – Negli occhi ancora le immagini della gara del Menti, prestazione da incorniciare, tanta esperienza e sostanza al servizio della squadra. Assente Rea è toccato a Giuseppe Figliomeni prendere per mano la difesa della Nocerina e traghettarla fuori dalle mille insidie che si nascondevano nelle pieghe di una gara da dentro o fuori com’è stata quella di ieri contro il Vicenza. Il difensore calabrese non s’è tirato indietro anzi è risultato essere uno dei migliori ieri al Menti: “ho solo fatto il mio dovere – si schernisce Figiliomeni – grande prestazione da parte di tutta la squadra. Vicenza-Nocerina era una sorta di play out anticipato. Siamo stati bravi a non farci travolgere dagli eventi, a mantenere la calma anche nei momenti più diffcili, soprattutto in occasione dei due calci di rigore neutralizzati da Concetti. Volevamo fortemente questi tre punti e le nostre motivazioni hanno fatto la differenza. E’ una vittoria importante, che vale doppio perché ottenuta contro una diretta concorrente, perché ci tiene in corsa per un obiettivo che oggi è più vicino, risollevando di molto il morale della squadra rispetto a sette giorni fa”. Nemmeno il tempo di gioire che il calendario propone subito un altro impegno difficile. Martedì si va a Varese, padroni di casa lanciatissimi in zona Play Off, Figliomeni è l’ex di turno: “ho giocato lì l’anno scorso, ritroverò vecchi amici a cui avrò piacere di stringere la mano prima dell’inizio della gara, poi ognuno per la sua strada. Per me è una partita come tutte le altre, da vincere! Ormai a cinque gare dal termine non possiamo più fare differenze. Andremo a Varese a vendere cara la pelle”. Strano scherzo del destino Figliomeni potrebbe trovarsi di fronte l’altro ex di turno Gianvito Plasmati che a gennaio ha compiuto il percorso inverso verso Varese, duello che promette scintille: ‘’spero giochi lui e non Del Luca – afferma il difensore molosso – che è molto più brevilineo e scattante e potrebbe crearci qualche difficoltà. Con Gianvito invece sul piano fisico possiamo giocarcela ad armi pari”. Ma che ambiente troverà la Nocerina al “Franco Ossola”? “Molto familiare, un ambiente tranquillo, forse ora con la squadra lanciatissima in piena corsa Play Off, ci sarà qualche presenza in più allo stadio”. Niente di paragonabile insomma ai tifosi molossi che anche ieri nella lontana Vicenza non hanno fatto mancare il proprio apporto: “encomiabili, non ci sono altri aggettivi per definirli. Vederli lì ogni volta mettiamo fuori la testa dal tunnel degli spogliatoi, in qualunque stadio si giochi, ci da una carica fortissima. Avranno un ruolo fondamentale in queste cinque finali. Che ci stiano sempre vicini, non faremo di tutto per regalargli questa salvezza”.

 

Francesco Cuomo, ForzaNocerina.it