NOCERINA, non è vero ma ci credo!

NOCERINA, non è vero ma ci credo!

Porte chiuse, anche questa mattina allo Stadio San Francesco l’allenamento di rifinitura andrà in scena lontano da occhi ed orecchie indiscrete. Da qualche venerdì è ormai una prassi consolidata: “dai ritiri delle altre squadre non trapela mai nessuna notizia e ho voluto adottare anche io questo sistema – spiegò Auteri alla vigilia della gara con la Sampdoria – a poche giornate dalla fine non voglio dare nessuna indicazione agli avversari, visto che i punti in palio iniziano ad essere davvero pesanti”. Da allora un crescendo di prestazioni e risultati. Una sconfitta ma soprattutto due vittorie consecutive, Empoli e Grosseto, come non accadeva da tempo, che hanno rivitalizzato la Nocerina e dato nuova linfa alle sperenze salvezza dei molossi. Vuoi vedere che allora le porte chiuse portano bene? Dite che Auteri da scaramantico uomo del sud non ci abbia pensato? Chissà … se serve però ci appelliamo anche a questo. Anche perché di scaramanzia, di fortuna soprattutto, questa Nocerina ne ha davvero tanto bisogno. Le notizie che arrivano dall’infermeria, infatti, sono tutt’altro che positive. Out Rea, che salterà le prossime tre sfide di campionato, e Negro, ancora alle prese con i soliti problemi muscolari. In forte dubbio Figliomeni, bloccato da una contrattura. Non al top Giuliatto e Merino. Insomma non nasce sotto i migliori auspici la sfida con l’undici del reintegrato Breda. Difesa da inventare e modulo che giocoforza sarà dettato dalle notizie, si spera positive, che arriveranno dalla rifinitura di questa mattina. Defezioni che non sono comunque una novità. Anche contro Empoli e Grosseto la Nocerina non era al meglio e ha conquistato sei punti fondamentali nella corsa per non retrocedere. Del resto, si sa, che la fortuna ha sempre aiutato gli audaci e allora, inutile guardarsi alle spalle, inutile rimpiangere chi non c’è, sotto con la Reggina, la salvezza è ad un passo, puoi farcela, credici Nocerina!

 

Andrea D’Amico, ForzaNocerina.it