BWIN. 38^giornata: Pescara a valanga

BWIN. 38^giornata: Pescara a valanga

Continua la marcia di avvicinamento del campionato di Serie Bwin all’ultima di campionato. Meno quattro al termine. Siamo al capitolo numero 38 e si contano le vittorie fondamentali della quattro regine del campionato: Torino, Pescara, Sassuolo e Verona che restano appaiate in 3 punti e si contenderanno il titolo e la promozione diretta fino all’ultima giornata. In zona play off vincono Varese e Samp, solo un pari per il Padova che viene scavalcato da entrambe. Nella sfida salvezza di Empoli i toscani in rimonta hanno la meglio.

 

Modena – Sampdoria 0-2 ( Eder, Pozzi )

È tutt’altra Sampdoria rispetto a quella vista nel girone di andata che galleggiava a stento a metà classifica. Miglior squadra del girone dei play off e finalmente rimonta effettuata. Nell’anticipo delle 12.30 la Samp ha la meglio sul Modena al Braglia. È Eder il migliore in campo con una rete da incorniciare al 74′ minuto e l’assist decisivo per la rete di Pozzi che fino a quale momento aveva sprecato tanto. Nella prima frazione buona gara per il Modena che aveva tentato di infastidire Da Costa senza mai riuscirci.


Albinoleffe – Brescia 0-2 ( Jonathas, Rossi )

19 partite senza vittoria e 9 sconfitte consecutive, questo il rullino di marci dell’Albinoleffe che a meno di miracoli a questo punto è condannata alla Lega Pro. Il Brescia torna a vincere dopo tre sconfitte che l’hanno portata forse definitivamente lontana dai play off. Finisce 2 a 0 la gara con la rete di Jonathas su assist millimetrico di Budel e raddoppio con tiro a giro da fuori di Fausto Rossi.


Bari – Ascoli 0-0

Finisce a reti inviolate la gara del San Nicola, il punteggio perfetto secondo alcuni. Una gara, però, che a dispetto del risultato ha riservato molte emozioni. Nella prima fase più pericoloso l’Ascoli con Parfait che fallisce in pratica un rigore in movimento calciando sulla traversa. Nella ripresa meglio il Bari che alza la testa e prima con Defendi e poi con Scavone impensierisce Guarna.


Crotone – Cittadella 3-1 ( Calill, Ciano, Callill; Di Nardo )

Grande rimonta del Crotone allo Scida. I calabresi dopo la sconfitta con il Torino tornano alla vittoria in casa. Una vittoria caparbia e di bel gioco quella degli uomini di Drago. Passa prima il Cittadella con Di Nardo al settimo sigillo stagionale, che approfitta di una dormita difensiva del Crotone. Nella ripresa come al solito il Crotone reagisce e trova addirittura tre reti. Trascinatore indiscusso Ciano che dal suo ingresso in campo cambia la gara con due assist per Calill ed una rete.


Empoli – Gubbio 2-1 ( Maccarone, Tavano; Guzman )

Si è giocata al Castellani la sfida salvezza del trentottesimo turno e sono stati gli uomini di Aglietti ad avere la meglio. Tre punti pesantissimi che lasciano indietro il Gubbio e portano i toscani a +4 sulla Nocerina con una gara da recuperare. Passa, però, in vantaggio prima il Gubbio al 2′ di gioco con un sinistro da fuori di Guzman. L’Empoli prova subito a reagire e trova subito una traversa con Moro, il migliore dei suoi. Nella ripresa l’Empoli ribalta il risultato prima con Maccarone di testa e poi con Tavano.


Juve Stabia – Grosseto 0-0

È il secondo 0 a 0 di giornata quello del Menti di Castellammare, ma anche qui non si può dire che la partita non  sia stata vibrante. La Juve Stabia ci ha provato in molte occasioni ed è andata vicino alla rete almeno due volte con Scognamiglio che ha colpito un legno. Per i padroni c’è anche un calcio di rigore sbagliato che porta la firma di Tarantino.


Padova – Sassuolo 0-2 ( Valeri, Troianiello )

Secondo ko interno all’Euganeo con il Padova che perde nel big match di giornata con il Sassuolo. Ottima la prestazione degli uomini di Pea che ritrovano il Sansone di inizio stagione. Nel primo tempo partita equilibrata, ed il Padova ad andare più vicino alla rete con una traversa nel finale di Trevisan. Nelle ripresa passa il Sassuolo su calcio d’angolo con Valeri. Cerca di reagire il Padova che dopo dieci di gioco colpisce un legno con Cacia. Poi black out per il Padova con due espulsioni, prima Portin e poi Trevisan lasciano i veneti in nove. Nel finale Troianiello alla terza marcatura consecutiva da subentrato regala il 2 a 0 ai suoi.


Pescara – Vicenza 6-0 ( Insigne, Insigne, Immobile, Sansovini, Immobile, Nielsen )

Tornano a girare alla grande i ragazzi terribili di Zeman, un 6 a 0 che non lascia scampo al Vicenza. A niente è servito il ritorno di Gigi Cagni in settimana. Nelle ultime tre gare 14 reti fatte e 0 subite, 80 i goal totali nelle 37 gare disputate. Il secondo 6 a 0 in 3 gare e ritorno alla vittoria in casa. Passa subito in vantaggio il Pescara con Insigne al 15’ben imbeccato da Verratti. Al 35′ arriva il 2 a 0 e la seconda marcatura per il talento napoletano, qualche minuto prima annullata una rete in sforbiciata per fuorigioco. Nella ripresa tocca per due volte al bomber Immobile ( la prima rete con un evidente deviazione ) a Sansovini e al centrocampista Nielsen nel finale.


Varese – Nocerina 2-1 ( De Luca, De Luca; Barusso )

Un 2 a 1 pesante per il Varese nella rincorsa ai play off. Con la vittoria sulla Nocerina, i lombardi sorpassano il Padova e si portano in quinta posizione. Dopo i primi 15′ di affanno esce il Varese e soprattutto il bomber De Luca. Una doppietta decisiva che stende la Nocerina su due contropiedi manovrati. A cambiare le cose per la Nocerina è l’ingresso di Barusso che prima si fa notare per un recupero prodigioso e poi mette a segno il goal del 2 a 1 da fuori. Il ghanese  viene poi espulso per aver calciato la passa sul quarto uomo.


Livorno – Torino 0-1 ( Meggiorini )

Nel posticipo delle 18 è il Torino ad avere la meglio sul Livorno. Una vittoria che riporta in cima alla classifica i granata. La rete per gli ospiti arriva al 38′ minuto  con Meggiorini che di testa spedisce alle spalle di Bardi dopo l’assist di D’Ambrosio. Nella ripresa il Livorno prova a reagire ma sbatte sul muro della difesa granata.


Reggina – Hellas Verona 0-1 ( Berrettoni )

Mantiene il distacco da Pescara e Torino invariato il Verona che dopo un periodo di affannamento trova la vittoria anche in trasferta su un campo insidioso come il Granillo di Reggio Calabria. Per la Reggina a questo punto i play off diventano un traguardo troppo lontano a  giornate dalla fine. È Berrettoni il match winner con un diagonale che all’82’ trafigge Belardi.


Angelo Guadagno, ForzaNocerina.it