BWIN, calcioscommesse, arrestati tre ultrà Bari

BWIN, calcioscommesse, arrestati tre ultrà Bari

Continuano a procedere le indagini sul caso scommesse che sta sconvolgendo il mondo del calcio: oltre agli sviluppi interni all’ambiente, che TN negli scorsi giorni ha trattato per esteso senza mai azzardare ipotesi non comprovate, nella notte è arrivata anche una svolta all’esterno. Niente calciatori o addetti ai lavori – per il momento – ma tra gli ultrà: nella notte infatti il comando provinciale dei carabinieri di Bari ha arrestato i tre capi della tifoseria della formazione pugliese Raffaele Lo Iacono, Roberto Sblendorio e Alberto Savarese con l’accusa di aver richiesto ai propri beniamini di perdere tre partite.

Il campionato in oggetto è chiaramente lo scorso e le gare incriminate sarebbe le tre sconfitte, tutte con una sola rete di scarto, subit rispettivamente contro Sampdoria (0-1 al San Nicola), Cesena (1-0 al Manuzzi) e Chievo (1-2 sempre al San Nicola).

I nomi dei tre capi ultrà sono emersi dagli interrogatori all’ex centrale difensivo biancorosso Marco Rossi ed all’ex portiere Jean Francois Gillet: nonostante i risultati delle gare – tutt’e tre terminati effettivamente con una sconfitta – i giocatori sostengono che le richieste furono respinte.

Ulteriori sviluppi verranno svelati attorno alle 12 quando il procuratore di Bari Antonio Laudati incontrerà la stampa per rendere i noti i particolari che hanno portato alla svolta nelle indagini.


fonte: www.toronews.net