BWIN. Padova e Torino volata promozione, la Nocerina tenta il colpo di coda

La penultima giornata del campionato di Serie B si aprirà Sabato pomeriggio alle ore 18.00 con in programma l’anticipo tra Verona – Varese, alla  Domenica invece tutto il resto del programma, che prevede come nell’anticipo del Sabato ( tra i più attesi) altri match davvero molto decisivi, che potranno decretare sia in fase promozione, così come in quella salvezza dei verdetti  importanti. Si partirà appunto Sabato al Bentegodi dove il Verona ospiterà il Varese in una partita che sulla carta ha ancora tanto dire, visto che il Verona, dopo aver fallito la ghiottissima chance di agguantare la seconda posizione in classifica a pari punti con il Pescara, pareggiando inspiegabilmente a Bergamo contro un Albinoleffe già in Lega Pro, non può più sbagliare per non veder sprecato quel che di buono è stato fatto fino ad ora. Anche se i play off sono abbondantemente in cascina da un pezzo, sarebbe un peccato non lottare e provarci alla penultima di campionato, nell’intento di raggiungere direttamente il sogno chiamato Serie A. Facile a dirsi, ma non a farsi, in quanto il Varese ( la migliore nel girone di ritorno), ha bisogno ancora di un punto per aver la matematica  certezza di entrare a far parte del quartetto che andrà a contendersi l’ultimo posto utile per la A attraverso i play off. Tutte le premesse ci sono per assistere ad un bellissimo incontro. Non  sarà da meno l’anticipo domenicale tra Torino e Modena, dove si preannuncia e si prepara aria di festa di una squadra, così una città, che attende da troppi anni di risalire alla ribalta in una categoria certamente più congeniale a lei. Di contro un Modena ormai ampiamente salvo, alla quale basterà soltanto un punto per far scattare un carosello di auto e di colori che quest’anno, come si è notato anche nel massimo campionato, vedere la città di Torino assoluta dominatrice. Nonostante una cavalcata eccezionale l’Ascoli, con i suoi 43 punti in classifica, dovrà assolutamente fare bottino pieno nel match casalingo contro un Crotone salvo in virtù della vittoria di settimana scorsa. Esito scontato quindi di un match che qualora rispettasse il pronostico, vedere i bianconeri lottare poi all’ultima giornata con il Livorno che la insegue con un punto di distacco. Proprio il Livorno che in trasferta al Rigamonti se la vedrà contro un Brescia che sfiancato da un campionato estenuante che l’ha vista lottare fino a poche giornate fa nell’intento di agguantare la sesta posizione in classifica, ormai è fuori da tutti i giochi promozione. Diversa la situazione degli amaranto che dopo aver recuperato e vinto il match contro il Pescara, è riuscita a riaprire le porte di una salvezza che l’aveva vista sprofondare di giornata in giornata nei bassifondi della classifica. Sempre nella zona bassa della classifica, a contendersi la categoria insieme all’Ascoli, la Nocerina, il Vicenza e il Livorno, vi è l’Empoli che con 43 punti in graduatoria se la vedrà in trasferta contro un Grosseto che per aver la matematica certezza di rimanere in B, ha ancora bisogno di ottenere un punto. Si preannunciano scintille in un match bollente, e non solo per le temperature che iniziano a farsi sentire, di due squadre che vogliono fortemente ricostruire qualcosa di positivo dopo aver condotto un campionato certamente al di sotto delle loro aspettative iniziali. Tra le squadre che lottano per la salvezza il Vicenza è quella ad avere il calendario più semplice, in quanto di fronte al proprio pubblico se la vedrà contro un Bari che non ha assolutamente più niente da dire in questo campionato. Se fino ad un mesetto fa la situazione sembrava delle più disperate, il ritorno in panchina di Cagni, oltre che un po’ di fortuna dovuto ad un calendario agevole , in questo momento la vedono in una posizione dominante rispetto alle altre. Sei punti nelle prossime due gare, garantirebbero infatti ai biancorossi la possibilità di accedere ai play out , se non proprio di salvarsi direttamente qualora accadessero situazioni inspiegabili da parte delle squadre che la precedono. La speranza, è quella che tutto ciò non avvenga. Nella parte alta della classifica il match clou è certamente quello tra Sampdoria e Pescara, in una partita che potrebbe, qualora i risultati dagli altri campi siano positivi far gioire entrambe le compagini, la prima attraverso i play off, la seconda mediante la promozione diretta. Visto che in questo campionato i calcoli però molto spesso hanno disatteso le aspettative, al “Marassi” certamente assisteremo ad un show che vedrà di fronte l’attacco più forte e prolifico del campionato, contro un organico che nel girone di ritorno non ha conosciuto pause. Segue inoltre Sassuolo – Reggina sempre per la zona promozione, che vede ancora la squadra di Pea nonostante la cocente sconfitta contro il Torino di martedì, alla 41° giornata ancora pienamente in corsa nell’ottenimento della promozione diretta. Importante per i nero-verdi rimanere sintonizzati al Marassi, in quanto un eventuale stop degli uomini di Zeman potrebbe far saltare tutto all’ultima giornata che si preannuncia sicuramente scoppiettante. Tra gli altri match di giornata si ricordano Cittadella – Juve Stabia e Gubbio – Albinoleffe che hanno chi in positivo, chi in negativo, terminato il loro campionato con la permanenza in B e la loro retrocessione. A concludere il programma la partita più infuocata della giornata, quella che vedrà a cospetto la Nocerina ed il Padova, in una partita realmente dal dentro o fuori. I molossi arrivano all’incontro forse demoralizzati nell’aver sprecato un’occasione irrepetibile a Crotone, lo stesso dicesi per il Padova, che ha perso per colpe sue quel piazzamento play off che fino alla 38° giornata era nelle proprie mani. Ad ogni modo, solo una delle due potrà ancor sperare nell’ultimo incontro di campionato di settimana prossima, e tra le due in un San Francesco che si preannuncia gremito speriamo siano i colori rossoneri che nel bene e nel male ci hanno fatto vivere un campionato palpitante.


Arturo De Filippis, ForzaNocerina.it