CALCIOSCOMMESSE, altri 19 arresti

CALCIOSCOMMESSE, altri 19 arresti

Omar Milanetto ex Genoa ora al Padova, Stefano Mauri, calciatore della Lazio, 5 persone di nazionalità ungherese ed altri 8 calciatori ed ex calciatori di Serie A, B e Lega Pro. Perquisizioni a Coverciano nel ritiro azzurro dove l’Italia sta preparandosi per gli Europei.  Così si è aperta la giornata odierna, giornata in cui avrebbe dovuto tener banco la lista definitiva dei 23 calciatori che Prandelli porterà con se per gli europei di Polonia ed Ucraina. Ed invece, il gip del tribunale di Cremona nell’ambito dell’operazione “LAST BET”, iniziata a novembre 2010 con le indagini durate fino al maggio del 2011 quando scattarono i primi provvedimenti, ha dato un altro scossone allo sport preferito dagli italiani. Secondo quanto accertato dall’inchiesta, i giocatori, per conto dell’organizzazione criminale internazionale che ha i suoi massimi esponenti a Singapore, avrebbero agito come referenti Italia per combinare partite dei campionati di A, B e Lega Pro. A Mauri e a Milanetto, gli inquirenti contesterebbero il reato di associazione a delinquere finalizzato alla truffa e alla frode sportiva. Gli investigatori avrebbero scoperto che sia Mauri che Milanetto erano disponibili, in cambio di denaro, a combinare gli incontri delle loro rispettive squadre. Sarebbero stati anche accertati diversi contatti tra i giocatori e gli esponenti dell’organizzazione criminale. Fra gli indagati ci sarebbe anche Domenico Criscito, oggi nello Zenit Sanpietroburgo e compagno di squadra di Milanetto al Genoa, ed è proprio lui a subire la perquisizione a Coverciano visto che è in ritiro con la Nazionale.  Inoltre in casa di Sculli e Kaladze sono in corso perquisizioni. Lazio-Genoa e Lecce-Lazio sono solo 2 delle numerose partite che secondo gli inquirenti sarebbero state “taroccate” al fine di lucrare sui risultati delle stesse.   Nelle prossime ore si attendono altri scottanti sviluppi.

 

Angelo Guadagno, ForzaNocerina.it