CROTONE. Drago: ”non siamo ancora salvi”

CROTONE. Drago: ''non siamo ancora salvi''

Alla vigilia della gara interna contro la Nocerina, la carica agonistica dei rossoblù non è affatto calata, anzi probabilmente si è raddoppiata. Lo si è notato durante l’allenamento pomeridiano di ieri allo Scida dove mister Drago ha dovuto sospendere per qualche minuto circa la seduta a causa delle entrate troppo dure durante la partitella. Colomba, infatti, in uno scontro di gioco sulla fascia destra, cadendo male, ha dovuto abbandonare il terreno di gioco; è andata meglio a Calil che ha subito un brutto colpo ma ha poi ripreso tranquillamente. Ognuno, com’è giusto che sia, lotta per una maglia da titolare fino alla fine. ”In questo momento della stagione ho bisogno di tutti – ha sottolineato mister Drago – e come squadra abbiamo bisogno dei tifosi per cui vorrei che ci stringessimo intorno al gruppo per il raggiungimento dell’obiettivo e poi a fine anno si faranno le dovute valutazioni. Però fino a quando non raggiungiamo la salvezza chiedo ai tifosi di cercare di aiutare questi ragazzi in ogni modo soprattutto Gabionetta che non so se ha avuto qualche diverbio con qualcuno”. Sull’avversario di domani, il giovane tecnico crotonese ha spiegato che ”Dovremo essere bravi e affrontare a viso aperto la Nocerina che, dalle loro dichiarazioni rilasciate in settimana, arriverà agguerrita. Sappiamo che troveremo una squadra in forma ma noi dovremo scendere in campo con il triplo della loro rabbia anche perché in questo momento il Crotone fa paura a chi la deve incontrare; non ultime le dichiarazioni di Pea sono state a nostro favore”. ”Adesso inizia a farsi sentire la stanchezza di un anno – ha proseguito – per cui ho detto ai ragazzi che se si raggiunge l’obiettivo stagionale una mezza giornata di riposo in più potrei concederla altrimenti staremo qui a sudare come sempre perché poi dovremo andare ad Ascoli a pigliare altri punti fino a quando non raggiungeremo la matematica salvezza”.

Sulle tre giornate di squalificate rimediate molto ingenuamente dall’attaccante rossoblù Nicola Sansone, il tecnico crotoniate ha evidenziato. ”Sono molto arrabbiato con lui non perché non potrò averlo a disposizione in questo rush finale di campionato, perché anzi avrò modo di dare spazio a chi ne ha avuto meno, ma mi spiace molto per lui perché si è rovinato da solo il finale di stagione”. Sul capitolo del calcioscommesse. ”Sapevamo che nessuno dei tesserati del Crotone calcio ne sarebbe stato coinvolto però devo dire che le voci che circolavano in questi giorni ci hanno dato fastidio. In ogni caso, come ci aspettavamo, è andata bene”.

 

fonte: Claudia Berlingieri, Gazzetta del Sud