NOCERINA, Auteri carica la Nocerina: ”a Crotone per vincere!”

NOCERINA, Auteri carica la Nocerina: ''a Crotone per vincere!''

Farias a mezzo servizio, Negro e Pagano assenti per infortunio, scelte obbligate o quasi nel reparto avanzato: allo Scida Auteri potrà fare affidamento solo su Castaldo, Catania e Merino. Un problema in più per una Nocerina costretta a vincere per restare aggrappata al treno salvezza: “le assenze non fanno piacere a nessuno – esordisce il tecnico rossonero a margine della seduta di allenamento svoltasti a porte rigorosamente chiuse – non c’è Farias, che ha accusato un problema muscolare e si è allenato poco durante la settimana ma comunque partirà con la squadra”. A meno di novità l’attaccante carioca si accomoderà quindi in panchina pronto a dare una mano in caso di necessità: “va gestito con cautela – conferma Auteri – dopo tre partite nel giro di quindici giorni non possiamo pretendere che sia sempre al massimo. Nel complesso però la squadra sta bene, è viva, è pronta a giocarsi al massimo delle sue forze questi duecentosettanta minuti che ci separano dalla fine del torneo e a alla quarantesima giornata di un campionato lungo ed estenuante come quello di serie B, questo è un dato importante”. Prima fermata lo Scida di Crotone.  Avvversario ostico e pronto a dare filo da torcere ai molossi nonostante la salvezza sia ormai cosa fatta: “non so che avversario ci troveremo di fronte – taglia corto il tecnico della Nocerina – so solo che mi aspetto che andiamo li a fare la nostra partita. Sono in palio punti importanti, vitali direi. Dobbiamo giocare per vincere, perché non abbiamo altre alternative.  Confido sulle nostre motivazioni, sicuramente superiori a quelle del Crotone. E’ un po’ come restare a pane ed acqua per un po’ di tempo, quando hai poi la possibilità di sederti a tavola la fame ti viene e come. E quella a noi non deve mancare. Soprattutto in questo momento cruciale del campionato”. La metafora calza a pennello. Guai quindi a gettare la spugna proprio ora, anche perché: “abbiamo tutte le carte in regola per raggiungere l’obiettivo. Da Livorno in poi in campo c’è un’altra Nocerina”, ma il rammarico c’è ed è tanto: “penso ai troppi punti buttati via nel periodo di fine mercato di gennaio contro Ascoli, Bari e Livorno, tra arrivi e partenze ed una situazione a livello fisico non omogenea”. Nonostante tutto ora però si guarda al futuro con un pizzico di ottimismo in più: ‘’eravamo quasi spacciati, ci siamo ripresi alla grande scalando posizioni importanti in classifica. Realisticamente ora puntiamo al quint’ultimo posto utile per andarci a giocare play out in una posizione di classifica che ci consentirebbe di poter sfruttare il fattore casalingo. E’ un’impresa alla nostra portata”. Il pensiero dell’inchiesta sul calcioscommesse  e su possibili stravolgimenti della classifica attuale nemmeno lo sfiora: “è un argomento che non ci deve interessare in questo momento. La nostra attenzione deve essere tutta concentrata su quello che accade sul terreno di gioco. Quella del calcioscommesse è una situazione sicuramente da monitorare per la Nocerina che ha però l’obbligo di fare tutto quanto è nelle sue possibilità per ottenere la salvezza sul campo”. Prima di congedarci, c’è spazio anche per sfogliare il libro dei ricordi. Stagione 2002/2003, sulla panchina del Crotone che sfiora i Play Off dopo un lungo testa a testa con la Sanbenedettese, sedeva Gaetano Auteri: ‘’conservo un ottimo ricordo della città, dei Vrenna e dei tifosi del Crotone, sono passionali e seguono con trasporto la squadra del cuore. E’ stata una bella annata, anche ricca di esperienze personali. I rapporti sono ottimi, ho lasciato tanti amici lì e ci torno con piacere. Di quella squadra c’è ancora Galardo, ragazzo e professionista serio” e sogno di mezza estate della Nocerina: ”sono stato io a farlo giocare a certi livelli prendendolo dalla Rossanese, figuriamoci se non mi avesse fatto piacere averlo qui …” .

 

Valerio D’Amico, ForzaNocerina.it