NOCERINA. Bruno l’ultimo ad arrendersi, Mingazzini che grinta

CONCETTI – 6 – Due interventi nel primo tempo importanti ma come tutto il resto serve a poco.

 

LAVERONE – 6 – Inizia molto guardingo poi dopo la mezz’ora alza il baricentro e inpensierisce due volte il portiere abbruzzese.

 

DE FRANCO – 6 – Gli avanti di casa sono già in vacanza e lui sofffre poco o nulla. Sfortunato anche in zona offensiva.

 

REA – 6 – Stesso discorso fatto per De Franco. Comunque sempre attento e concentrato.

 

GIULIATTO – 6 – Spinge tanto senza perdere mai di vista la fase difensiva.

 

BRUNO – 6,5 – Altra buona prova del capitano rossonero ci mette tutto classe, agonismo geometria. E’ purtroppo tutto inutile. Va vicinissimo al goal, sarebbe stato il giusto premio per un capitano vero.

 

MINGAZZINI – 6,5 – Grande prova di carattere, purtroppo il top della forma fisica è venuta fuori al termine della stagione. Peccato.

 

CATANIA – 5 – In questa che era la partita della vita, ha il cruccio di aver fallito due occasioni enormi che avrebbero potuto dare il vantaggio alla sua squadra. Altro discorso è che non sarebbero serviti a nulla comunque.

 

CASTALDO – 5,5 – Solita partita volenterosa, solita desolazione in fase realizzativa.

 

MERINO – 5,5 – Qualche fiammata con relativo passaggio filtrante di pregevole fattura, qualche spunto dei suoi, tutto purtroppo senza risultati concreti. In tutti i sensi. Sotto tono decisamente.

 

FARIAS – 6,5 Il migliore stasera insieme a Mingazzini, forse anche per mettersi in mostra dinanzi al suo vecchio maestro Zeman che da rumors tutti da verificare, lo rivorrebbe con se nella prossima stagione.

 

BOLZAN – S.V.

 

BARUSSO – S.V.

 

ALCIBIADE – S.V.

 

AUTERI – 6 – Mette dentro l’unica formazione possibile, che lo ripaga giocando un’ottima partita anche se stasera, come sempre, palesa le solite difficoltà dinanzi alla porta. Sarebbe potuto essere ma non è stato e come gli altri ( società e primo direttore sportivo) ha il suo 33% di responsabilità per una stagione che poteva avere un conclusione completamente diversa. Arrivederci, grazie e buona fortuna. Rimarrai comunque sempre nei nostri cuori.


Lorenzo Orefice, ForzaNocerina.it