NOCERINA. Rea: “a Pescara la partita della vita”

NOCERINA. Rea: “a Pescara la partita della vita”

Dall’ultimo posto alla possibilità di giocarsi la salvezza negli ultimi novanta minuti; è stato questo il percorso compiuto dalla Nocerina negli ultimi mesi, grazie anche agli innesti di Gennaio. Uno dei più importanti è stato quello di Angelo Rea, difensore che commenta così la sua avventura in rossonero alla vigilia degli ultimi novanta minuti della stagione: “scegliere la Nocerina è stata una scommessa,” spiega il difensore ex Sassuolo, “la situazione era difficile ma a me sono sempre piaciute le sfide; sapevo di poter dare un contributo importante e gradualmente siamo migliorati ma resta il rammarico di non aver cominciato prima la rimonta.” Ora c’è il Pescara di Zeman tra i molossi e la salvezza: “quella di Pescara sarà la partita della vita,” prosegue Rea, “speriamo che loro siano già sazi; noi giocheremo con la massima determinazione sperando che i nostri avversari siano già con la mente alla prossima stagione; voglio salvarmi: sarebbe il giusto coronamento di tutto quello che abbiamo fatto di buono in questo finale di campionato ed ho fiducia nella Reggina, so che sono professionisti seri e vorranno chiudere bene davanti al loro pubblico quest’annata.”
Di certo i tanti problemi fisici accusati dai calciatori molossi non stanno aiutando Auteri; Rea è rientrato la scorsa settimana ma a Pescara Auteri rischia di dover rinunciare a Pomante e Di Maio, assenze che potrebbero aggiungersi a quella dello squalificato Figliomeni: “oltre a combattere con le squadre avversarie abbiamo dovuto combattere anche contro gli infortuni,” ammette il centrale molosso, “dispiace ma sono cose che possono capitare ed anche io ho pagato da questo punto di vista, soprattutto al mio arrivo in rossonero, per l’adattamento ai nuovi metodi di allenamento: anche l’anno scorso a Sassuolo ci siamo trovati a giocare partite con sette Primavera in campo; sicuramente ad undici ci arriveremo e daremo battaglia.” Inevitabile pensare anche alla prossima stagione: “a Nocera mi sono trovato benissimo,” conclude Angelo Rea, “sarebbe bello chiudere con la salvezza sul campo e programmare insieme il prossimo anno; sarei orgoglio di restare in questa piazza ma per ora penso solo a regalare una gioia a Pescara ai tifosi ed al presidente: vorrei ricambiare la fiducia di tutti con una grande prestazione e magari con un gol.”

Filippo Attianese, ForzaNocerina.it