NOCERINA, si cerca l’impresa contro il Varese

NOCERINA, si cerca l'impresa contro il Varese

Varese – Nocerina, poche ore dall’inizio di un’altra gara, l’ennesima, fondamentale per i molossi, un’altra pagina ancora da scrivere della centenaria storia della Nocerina. Perché nulla è scontato,  l’ha detto anche Auteri: si va a Varese per sovvertire i pronostici. L’impresa sembra difficile ma non impossibile per la truppa rossonera, con il Varese alla ricerca di conferme in chiave play off. I lombardi vengono dal successo importante in casa del Cittadella che ha consentito alla truppa di Maran di tenersi stretto l’ultimo posto disponibile per accedere agli spareggi promozione, a +1 sulla Sampdoria, in netto miglioramento nel girone di ritorno, e a -1 dal Padova. I molossi, invece, con la vittoria del Menti si portano a pari punti proprio con il Vicenza, ma in vantaggio in caso di arrivo a pari merito, grazie agli scontri diretti. Nella zona salvezza i molossi sembrano essere, con l’avallo dei risultati, la squadra che sta meglio sia fisicamente che mentalmente: quattro vittorie nelle ultime sei gare ne sono la prova certa.

Anche il calendario in  questa giornata sembra essere favorevole ai molossi con uno scontro diretto, quello tra Empoli e Gubbio, e tante gare che vedono impegnate le pretendenti alla salvezza con formazione che ambiscono alla massima serie. Uni sfida difficile da decifrare quella di Empoli, basti pensare che solo prima della sfida con la Nocerina i toscani sembravano fuori dalla bagarre play out ed in piena ripresa di gioco e risultati. Una netta inversione di tendenza che da un mese a questa parte ha portato gli uomini di Aglietti a rischiare di compromettere il campionato ed a perdere il treno per la salvezza diretta. Dall’altra parte, forse troppo tardi il Gubbio ha trovato la giusta guida tecnica,  quell’Apolloni che solo qualche tempo fa riuscì in un mezzo miracolo salvando il Modena da una retrocessione ormai certa. Una partita da dentro o fuori per gli egubini, che potrebbe far risalire ancora un po’ i molossi in caso di vittoria. Ormai lontana l’Albinoleffe si gioca all’Atleti Azzurri d’Italia una partita che pare proibitiva contro il Brescia. Una sconfitta per gli orobici significherebbe Lega Pro. Il Vicenza vive una situazione convulsa, non solo sul campo con i risultati ma anche in società. In panchina torna Cagni che sostituisce il duo Beghetto – Zanini. I biancorossi affronteranno all’Adriatico di Pescara la squadra di Zeman, che sembra aver ripreso a correre il doppio degli avversari e non vuole lasciarsi scappare il secondo posto che significherebbe promozione diretta. Il Livorno dal punto di vista del morale non sta di certo meglio soprattutto dopo la tragedia di Piermario Morosini. Fermo a quota 38 punti il club toscano rischia di essere risucchiato nel pantano play out e la sfida con il Torino non è di sicuro delle più semplici. Una gara delicata che in caso di vittoria della squadre più in basso potrebbe complicare e non poco le sorti del Livorno.

La Nocerina ha dalla sua un vantaggio di non poco conto: la coesione e la forza del gruppo. La vittoria tutta cuore e grinta ne è l’ultima testimonianza in ordine di tempo. Gli arrivi di gennaio alla lunga si stanno rivelando fondamentali, hanno ridato vigore all’ambiente e regalato nuova linfa allo spogliatoio. Mancano solo quattro gare alla fine del campionato e questi ragazzi nonostante tutto hanno regalato ai tifosi molossi ancora qualcosa in cui sperare, qualcosa per cui arrabbiarsi, gioire: il sogno di un’altra più che possibile stagione in B. E allora forza Nocerina, andiamo a Varese con lo stesso spirito del Menti, una vittoria potrebbe davvero cambiare stagione. Basta poco che ce’ vò? Scrivevamo prima di Vicenza. Basta poco che ce’ vo? Lo riscriviamo ora … credici Nocerina!

 

Angelo Guadagno, ForzaNocerina.it