NOCERINA, vincere e sperare

NOCERINA, vincere e sperare

La Serie B è un campionato duro, difficile, una battaglia lunga combattuta sul campo da calcio da uomini che lottano per la propria maglia. Il campionato più difficile d’Italia, forse, per la lunghezza e lo stress  cui sottopone tutti,l a partire dai tifosi. L’abbiamo cercata a lungo questa categoria, l’abbiamo trovata, l’abbiamo meritata stracciando un campionato e da uomini che vivono di pane e pallone vogliamo tenercela stretta.

Contro il Padova potrebbe essere l’ultima fermata casalinga in B dei molossi, ma vi preghiamo, sconfitta o vittoria che sia, sosteniamoli. Facciamo intravedere la maturità che contraddistingue questo popolo. L’amore racchiuso in quel rosso e nero, i colori della propria maglia che sono come una pelle cucita addosso che ci portiamo dietro fin dalla nascita. Abbiamo sofferto e gioito, applaudito e fischiato per uno spettacolo che nonostante tutto, nonostante la posizione in classifica, ci ha visto tra le squadre che giocano meglio al calcio. La partita di Crotone ha affievolito le speranze un po’ di tutti, la Nocerina non è più artefice del proprio destino, ora bisogna vincere e sperare. Ci abbiamo creduto fino ad ora e dobbiamo continuare a farlo, soprattutto per noi, per la città, per il modo in cui dall’inizio alla fine abbiamo saputo stare vicino ai ragazzi.

Il Padova arriva a Nocera con  la speranza di riagguantare la sesta posizione, l’ultima disponibile per i play off. E’ stata rinviata al 25 maggio l’udienza dell’Alta Corte di Giustizia presso il Coni su Padova-Torino sospesa lo scorso 3 dicembre per malfunzionamento dell’impianto di illuminazione dell’Euganeo. Al momento quindi i tre punti restano al Padova che rimane a -4 dalla Sampdoria di mister Iachini che sarà impegnata in una difficilissima sfida alle 18 al Luigi Ferraris contro il Pescara. Gli uomini di Dal Canto arrivano quindi con la convinzione di poter fare bene e di sperare fino all’ultimo minuto nei play off. I molossi invece in settimana hanno avuto molti problemi, e come ha ribadito mister Auteri stamane in conferenza stampa:  “alcuni calciatori non sono al meglio dovremo dosare le forze”.  Sembrano recuperati ma non al meglio Castaldo e Bruno, per Farias probabile solo una panchina, mentre a confermare l’emergenza c’è la convocazione del primavera Chiavazzo.

Qusque faber fortunae suae dicevano i latini, nonostante tutto ognuno è artefice del proprio destino. Avanti Nocerina!


Angelo Guadagno, ForzaNocerina.it