PESCARA. Zeman: ”contro la Nocerina schiererò la migliore formazione”

PESCARA. Zeman: ''contro la Nocerina schiererò la migliore formazione''

Nulla di fatto. Per saperne di più bisogna aspettare. Le parole del tecnico Boemo, però, lasciano ben sperare la tifoseria biancazzurra che vuole fortissimamente la permanenza di Zeman sulla panchina del Pescara. Nel corso dell’abituale conferenza stampa, il giorno prima dell’impegno di campionato, il trainer Ceco ha preferito tenersi ancora sul vago anche se ha tenuto apertissime le porte al sodalizio adriatico. “Ripeto il concetto”, spiega Zeman,” domani finiamo il campionato, poi iniziamo a parlare del futuro. La prossima settimana decideremo. Poi se qualcuno vuol farsi del male, faccia pure”.Un considerazione che lascia tutti di stucco ma che lo stesso coach dei pescaresi chiarisce. “La cosa”, aggiunge, ” riguarda me, vedremo. A prescindere dai risultati ottenuti e’ stata per me la miglior stagione in carriera, non solo sul campo, ma anche fuori. Per questo sono doppiamente contento. Voglio onorare il campionato e contro la Nocerina schiererò la miglior formazione, come la Nocerina fece lo scorso anno contro il mio Foggia. In quella circostanza, però, ci annullarono tre reti regolari e ci fu qualche polemica. Auteri mi ha votato nel concorso per il miglior allenatore della B? Vuol dire che sono bravo”.
Gianluca Caprari, invece, è più intraprendente. La giovane e talentuosa punta di scuola romanista non trascura l’ipotesi di ritagliarsi un futuro con Zeman anche con la Roma. Nel corso di un’intervista rilasciata ai microfoni di Centro Suono Sport, 101, 5, una radio capitolina, ha ribadito il concetto. “Penso che qui a Pescara”, confessa Caprari, ” sono capitato benissimo, per un attaccante stare con Zeman e’ il massimo. La città e’ bella ed i tifosi anche sono fantastici”.: “Il secondo gol con la Samp? Io penso che per me e’ un gol normale, non ci ho visto niente di bellissimo”.
L’attaccante, poi, un po’ a sorpresa si è lasciato scappare: “Sicuramente il campionato di serie B e’ diverso. Pressing più alto, i giocatori hanno più fame. In serie A sicuramente sono più tecnici. Gli spazi in B te li devi creare da solo, con i movimenti e sicuramente con Zeman c’e’ più facilità. I primi giorni ho avuto qualche difficoltà poi ho iniziato a capirlo. Futuro? Sinceramente mi sento pronto anche per tornare a Roma, poi se il Mister venisse a Roma per me sarebbe fantastico. Comunque anche restare a Pescara sarebbe molto bello”.

 

fonte: www.forzapescara.com