VARESE, Maran: “dobbiamo continuare a correre”

VARESE, Maran: “dobbiamo continuare a correre”

VARESE – Grande soddisfazione per il tecnico del Varese Rolando Maran al termine del match; il successo contro la Nocerina permette ai suoi ragazzi di operare il controsorpasso ai danni della Sampdoria in zona play-off: “dobbiamo correre e basta, senza guardare gli altri,” precisa il tecnico al termine del match, “sono contento per il risultato e per la prestazione; non era una gara semplice viste anche le assenze ma i ragazzi hanno giocato con personalità e sacrificio; faccio i complimenti a tutti loro, in particolare a chi finora aveva trovato meno spazio in campo e si è fatto trovar pronto.” Ha impressionato De Luca ma hanno fatto bene anche i debuttanti Moreau ed Albertazzi: “De Luca deve continuare a correre e ad impegnarsi,” ammonisce Maran, “deve fare bene per il Varese, pensando alla squadra e non a se stesso: i gol premiano solo quando si lavora per il gruppo; ho ritenuto opportuno far partire titolare Albertazzi perché è un giocatore di ruolo e oggi ha fatto vedere le sue qualità rispondendo sul campo e farei un plauso anche a Moreau, che con me non aveva mai giocato.”
Ed è proprio Albertazzi a commentare la sua prima gara da titolare con la maglia del Varese, sottolineando le difficoltà trovate dalla sua squadra nell’approccio alla partita contro i molossi: “i primi minuti di partita sono stati i più difficili perché la Nocerina era agguerrita;” spiega l’esterno difensivo scuola Milan, “i nostri avversari arrivavano da un’ottima striscia di risultati e non avevano nulla da perdere; fortunatamente ne siamo usciti bene e nel secondo tempo avremmo potuto arrotondare il risultato.” Tocca poi all’altro debuttante di giornata, il portiere francese Moreau che non aveva mai giocato durante la gestione Maran: “dopo cinque mesi senza giocare non era facile far bene,” spiega l’estremo difensore scuola Nantes, “quando sei infortunato o ti piangi addosso e non ne esci più oppure vivi la cosa serenamente, cercando di affrontare l’infortunio con tanta pazienza: io sono stato paziente ed oggi sono felice di aver ritrovato il campo e di aver fornito una buona prestazione.”


Filippo Attianese, ForzaNocerina.it