CALCIOSCOMMESSE. Le richieste di Palazzi per i club

Sei punti di penalizzazione da scontare secondo il principio dell’afflittività, cinquantamila euro di ammenda e l’esclusione dalla prossima Coppa Italia. È quanto richiesto per il Novara dal procuratore federale Stefano Palazzi alla Commissione Disciplinare, nell’ambito del processo sportivo al Calcioscommesse in corso a Roma. Cinquantamila euro di ammenda per la Sampdoria per la responsabilità oggettiva nell’attività illecita commessa da Cristian Bertani. Ventisette punti di penalizzazione per l’Albinoleffe da scontare secondo afflittività (da scontare nell’ultimo o nel prossimo campionato) e novantamila euro di ammenda.Cinquantamila euro di ammenda per il Siena per la responsabilità oggettiva dell’attività illecita commessa da Filippo Carobbio. Per il Pescara chiesti due punti di penalizzazione da scontare secondo il principio dell’afflittività. Queste tutte le richieste per i club fatte della Procura federale alla Commissione Disciplinare nell’ambito del processo sportivo sul Calcioscommesse in corso a Roma. La Disciplinare deciderà se fare scontare le penalità nell’ultima stagione o in quella del prossimo anno, basandosi sul principio dell’afflittività (si dovrà decidere in quale tra quello appena finito e il prossimo campionato la pena recherà maggiore danno al club):

Albinoleffe (27 punti penalizzazione e 90 mila euro di ammenda);
Ancona (10 punti) Avesa (1 punto e 200 euro ammenda);
Pescara (2 punti); Empoli (1 punto);
Monza (6 punti ed esclusione da prossima edizione Coppa Italia);
Novara: (6 punti e 50mila euro ed esclusione da prossima Coppa Italia);
Padova (2 punti); Piacenza (19 punti e 70 mila euro ammenda);
Ravenna (1 punto); Reggina (6 punti);
Sampdoria (50 mila euro ammenda);
Siena (50mila euro);
Spezia (30mila euro).

fonte: www.corrieredellosport.it