CALCIOSCOMMESSE. Oltraggio alla Corte: Iodice sarà deferito

Oltre al danno la beffa; è stata una reazione spontanea quella di Giuseppe Iodice, segretario della Nocerina che ieri alla lettura delle prime decisioni della Commissione Disciplinare ha esclamato “avete legalizzato l’illecito sportivo,” strappando quasi un applauso dai giornalisti assiepati nella sala stampa dell’ex Ostello della Gioventù del Foro Italico. Il solerte procuratore Stefano Palazzi, però, ha acquisito la registrazione dell’accaduto e procederà al deferimento per il segretario rossonero: il dirigente molosso rischia chiaramente solo un’ammenda, magari un po’ meno salata di quella che è toccata alle squadre accusate di aver perpetrato per davvero l’illecito e che lo hanno ammesso patteggiando la pena.
Intanto la società rossonera dopo la giornata di ieri ha deciso di abbandonare il processo del Foro Italico: “non c’era più motivo di restare,” ha precisato il legale rossonero Gaetano Aita raggiunto telefonicamente dal periodico Zero a Zero, “viste le pene irrisorie comminate a Grosseto ed Ascoli abbiamo deciso di lasciare.” Per ora la Lega Pro sembra la realtà su cui lavorare per costruire la squadra in vista della prossima stagione ma l’Estate è ancora lunga ed i nuovi procedimenti, che dovrebbero essere avviati nel mese di Luglio, sicuramente porteranno ad altre penalizzazioni; bisognerà capire, però, che atteggiamento vorrà avere la federcalcio: se l’approccio del procuratore Stefano Palazzi sarà ancora quello morbido, mostrato ieri, per i molossi le speranze di tornare in B saranno davvero poche.

 

Filippo Attianese, ForzaNocerina.it