NOCERINA. Il Brescia tenta Bruno, su Merino c’è il Cesena

NOCERINA. Il Brescia tenta Bruno, su Merino c'è il Cesena

Nocerina impegnata su due fronti: da un lato Citarella con i suoi legali alle prese con la giustizia sportiva e con le battaglie per ottenere le chances di permanenza in serie B, al momento molto flebili. Dall’altro il duo Pitino-Auteri al lavoro sul campo per cercare di allestire una rosa, al momento interlocutoria, ma comunque degna di ben figurare in entrambi i campionati. In attesa che si scriva la parola fine al calcio scommesse, con le sentenze definitive che dovrebbero arrivare non prima di luglio e si sappia quale sarà il campionato di competenza dei rossoneri. Aspettando, quindi, di conoscere il futuro, ds ed allenatore sono all’opera per mettere a punto le strategie per la prossima stagione. Fissate sedi e data del prossimo ritiro pre campionato che si svolgerà a Castel di Sangro con inizio il 15 luglio, Pitino sta lavorando alacremente, soprattutto per quanto riguarda le riconferme e sotto questo punto di vista ha messo a segno un ottimo colpo, avendo incassato in pratica i “si” di Concetti, Giuliatto e Mingazzini anche nell’eventualità della Lega Pro. Partire da questi tre giocatori, dalla grossa esperienza, sarebbe fondamentale, sia per la cadetteria, sia, invece, per tentarne un pronto ritorno nel caso di disputa della terza serie. Queste conferme fanno da contraltare alla grave perdita che potrebbe verificarsi dalla partenza di Bruno tentato dalle sirene della cadetteria. La categoria, infatti, potrebbe essere determinante per la scelta del centrocampista, richiestissimo in Serie B dato lo straordinario campionato disputato, difficile, infatti, che resti a Nocera in Lega Pro. A 29 anni per il Beneventano restare in seconda serie potrebbe essere l’ultima grande occasione della sua carriera: diverse le squadre che lo cercano, con il Brescia che appare in pole-position. Vuoto che potrebbe essere colmato, specie in Lega Pro, dal ritorno di De Liguori e da qualche altro centrocampista, al momento sul taccuino del ds Pitino, per rinforzare il reparto, vista anche la partenza di Parola. Ritornano alle squadre d’origine, per fine prestito, i vari Rea, Laverone e Figliomeni, per quest’ultimo qualche possibilità che resti potrebbe aversi solo in caso di B. Per questo motivo si lavora per le riconferme di De Franco e Di Maio, con il ritorno per fine prestito di Bernardo, reduce dal campionato vittorioso con la Ternana, mentre resta incerta la posizione di Pomante per una questione meramente fisica. Si punta molto su alcuni giovani interessanti cioè gli under di cui ci sarebbe bisogno in Lega Pro. In attacco confermato Catania, torna dal Varese Plasmati, legato alla società rossonera ancora a un anno di contratto, la probabile partenza di Castaldo, potrebbe per lui aprire scenari diversi rispetto a quelli dello scorsa stagione. Auteri punterebbe su di lui come prima punta che, quindi, partirebbe titolare, in attesa di valutare la posizione di Ripa, l’anno scorso in prestito al Como e calciatore mai entrato nelle grazie del trainer siciliano. Sicuro partente Merino, per lui c’è un forte interessamento del Cesena, al quale potrebbe accodarsi Negro che tornerebbe a Catania favorendo, così il ritorno di Terracciano, e Farias le cui possibilità di permanenza sono legate, anche per lui, alla categoria che la Nocerina andrà a disputare.


Roberto Errante, ForzaNocerina.it