NOCERINA: in giro per il borgo di San Martino al Cimino

NOCERINA: in giro per il borgo di San Martino al Cimino

 Scopriamo insieme la località che ospiterà dalla meta’ del prossimo mese di luglio la truppa rossonera per il ritiro pre-campionato.

San Martino al Cimino vede la sua origine intorno al XII secolo quando venne edificata un Abbazia, ancora oggi fiore all’occhiello della comunità , ad opera dei monaci cistercensi di Pontigny. Il suo sviluppo definitivo economico e strutturale,  avvenne  intorno XVII secolo, quando grazie alla Marchesa Olimpia Maidachini (Donna Olimpia ), vedova del Marchese Pampkilio Pamphilj, nonché cognata di Papa Innocenzo X. Borgo medioevale, che vanta 3860 abitanti e che festeggia il suo Santo Patrono San Martino di Tours il giorno 11 novembre.

Dicevamo dell’Abbazia fiore all’occhiello nonché meta turistica della comunità, che grazie ad un corridoio costruito su di un arco, collega il Chiostro alla retrostante Piazza della stessa.  Situata come detto a 5 km da Viterbo e 80 da Roma, il ridente borgo, vive di una tranquillità che ben si sposa alle necessita’ di una squadra di calcio che deve trovare la giusta concentrazione per quel lavoro che dovrà poi dare i suoi frutti durante tutto l’arco della stagione sportiva. Il campo sportivo ” Sasso Daddeo” e’ in ristrutturazione anche se, la comitiva capitanata da mister Auteri, molto probabilmente sceglierà quello del Enrico Rocchi di Viterbo, sicuramente più avviso alle necessita’ rossonere. Buona la ricettività alberghiera, infatti si passa dal lussuoso Balletti Park Hotel, ai più conformistici Hotel Viterbo, Hotel Doria e Hotel Lago Trasimeno. Insomma, da queste si stanno ultimando i preparativi per accogliere al meglio una tra le società più antiche del panorama calcistico nazionale, con la certezza che anche i numerosissimi Supporters al seguito, rimarranno stregati dalla bellezze e dalla genuinità di questi posti meravigliosi e, fortunatamente per loro, ancora percorribili con il solo ausilio di un buon paio di scarpe e tanta buona volontà. 

 

Lorenzo Orefice, ForzaNocerina.it