TIFOSI PROTAGONISTI. Orlando: ”il calcio è la mia vita, non distruggetelo”

TIFOSI PROTAGONISTI. Orlando: ''il calcio è la mia vita, non distruggetelo''

Pubblichiamo così come ricevuta:

 

Gentilissimo signor presidente Giancarlo Abete,


sono Orlando Bruno, ho 33 anni e sono affetto dalla nascita da detraparesi spastica, la mia vita non la auguro a nessuno. Oltre alla mia famiglia, pochi amici si occupano di me, quasi tutti i miei amici sono aribitri AIA, persone per bene che alimentano quotidianamente, la mia unica passione, il calcio. Francamente gli ultimi eventi di scommesse e quant’altro, che hanno investito il mondo del pallone nazionale, mi hanno particolarmente nauseato e a dire il vero il processo ancor di più. Ero fiducioso che la giustizia sportiva, insieme a quella ordinaria facesse definitivamente pulizia nello “sport nazionale”, sentiti anche i proclami pre-processo, ma francamente resto ancor più disgustato e dopo trent’anni per la prima volta non ho visto una partia della “mia” Nazionale, quella contro la Russia. Spero non voglia questo sistema, togliermi, l’unica cosa che mi appassiona e che mi da voglia e determinazione, in questa esistenza poco gioiosa per me, io vivo per il calcio, seguo la squadra della mia città, la Nocerina in casa ed in trasferta, quando i miei amici e le condizioni di sicurezza lo permettono, anche perchè il mio papà sta diventando “vecchio” e non può, più come da oltre trent’anni scarrozzarmi in giro per l’Italia, poi quando le date lo permettono vado a vedere il Napoli al San Paolo, e in settimana se riesco vado anche agli allenamenti della Nocerina, ma ora da qualche giorno mi chiedo se ne vale più la pena, se vale la pena penare o gioire, per cose decise da quattro delinquenti, che sembra possano essere graziati dalla giustizia sportiva, che senso ha andare seguire uno sport malato?, deriso da tutto il mondo. Chiedo il suo intervento, perchè ho letto che Lei da presidente, potrebbe far cambiare i giudizi, e far ripristinare finalmente la legalità, io voglio ritornare sui campi, io voglio vivere il “mio” sport, ma purchè questo resti tale.La ringrazio per la sua attenzione, e la saluto, con la speranza che lei, possa ridarmi il calcio,quello pulito.


Con affetto Orlando Bruno

 

Se anche tu ha voglia di condividere con noi i tuoi pensieri sul calcioscommesse scrivici a redazione@forzanocerina.it, i commenti più belli ed interessanti saranno pubblicati sul sito e saranno argomento di discussione all’interno del forum.

 

redazione ForzaNocerina.it