BRUNO: ”il duro lavoro ripagherà in seguito”

Prima giornata di lavoro nel ritiro di San Martino al Cimino, praticamente il vero inizio della preparazione atletica, degli uomini di Auteri, fase importante che servirà per sostenere in maniera adeguata le fatiche della stagione agonistica che tra poco più di 20 giorni prenderà inizio.

Si è partiti come sempre con la prima mezz’ora di riscaldamento muscolare, con lo stretching sia attivo che passivo, addominali, e per finire la fase di riscaldamento con una corsa blanda.

Poi il gruppo si è diviso con i portieri che hanno continuato la fase d’allenamento con Luca Gentili, che anche in questa stagione sarà l’allenatore per i guardiani dei pali rossoneri.

Il resto del gruppo ha continuato la preparazione con una serie di balzi, senza aggravio pesistico,  di diverse tipologie, per rinforzare in maniera particolare varie zone muscolari.

Infine la giornata di allenamento si è conclusa, con più di un’ora di impegno aerobico ed anerobico, dividendo il gruppo in sottogruppi da 5 unità, per il tradizionale e faticosissimo fartlek.

Questa è stata la prima giornata “viterbese”, niente male come inizio, ma conoscendo i credo atletico del tecnico di Floridia, ci sarà ancora tanto da sudare, per ottenere poi dal campo i giusti frutti.

A fine seduta il capitano Alessandro Bruno si è concesso per quattro chiacchiere, dopo le fatiche dell’allenamento “la ripresa dopo le vacanze è sempre dura, ma queste fatiche serviranno come fieno in cascina per la stagione che sta per iniziare, lavorare bene in questa fase è fondamentale per fare un campionato” .

Scherzando sul campionato che sarà il capitano non si vuole e non vuole illudere nessuno: “siamo retrocessi in lega-pro è questo sarà il campionato che disputeremo, se arriva qualche buona notizia ben venga, ma ci prepariamo ad un campionato difficile, come quello di terza serie, che vedrà come squadre da battere l’Avellino ed il Benevento, che si stanno muovendo alla grande sul mercato”.

Tante facce nuove in questo gruppo ” spiace tantissimo per i ragazzi che hanno lasciato il gruppo, eravamo legati tra di noi, sia sul piano calcistico che da quello umano,  non è bello quando lasci degli amici, ma sul piano tecnico, di sicuro i nuovi arrivi non faranno rimpiangere chi è partito, avremo ancora modo di divertirci e far divertire”

 

Francesco Cuomo, ForzaNocerina.it