CONOSCIAMOLI MEGLIO: Desiderio Garufo

Desiderio Garufo  esterno destro di centrocampo, nasce a Grotte (Agrigento) il 22/04/1987. Come per il suo dirimpettaio Sergio Sabatino, anche Desiderio Garufo  milita per due stagioni nelle fila del Nissa vincitore del campionato di  Eccellenza prima e poi, da protagonista l’anno successivo in serie D con 32 gettoni di presenza e uno score realizzativo importante di 10 reti. Il suo primo anno da professionista Garufo lo passa alla Sangiovanesse in seconda divisione, collezionando trentatre presenze e  3 marcature. Utilizzato nel 4-4-2 di mister Boscaglia come quarto alto di centrocampo  Garufo mostra interessanti  doti di inserimento tra le linee dei difensori avversari, non disdegnando la marcatura nelle occasioni a lui favorevoli. L’ottima stagione nelle fila della Sangiovannese gli varrà come degno biglietto da visita da presentare in terra ionica al momento del trasferimento al Taranto. Giocatore duttile Garufo viene utilizzato da Dionigi su entrambe le corsie esterne mostrando  grande spirito di sacrificio e adattamento al 3-4-3 dell’allenatore tarantino.

Le trentatre presenze in campionato dimostrano la bontà delle doti del giocatore siciliano, in un gruppo più che competitivo che lo porterà a sfiorare con la formazione tarantina la promozione in cadetteria. L’ultima stagione con la maglia rossoblè, però non è ricca di soddisfazioni per lui soprattutto in termini di presenze da titolare solo 14, così a fine campionato terminerà l’avventura in terra ionica. Arriva alla Nocerina, che lo soffia sul filo di lana al Trapani. In rossonero Garufo andrà a colmare il buco sull’out di destra lasciato da Lorenzo Laverone e ancor prima occupato degnamente dall’infaticabile Manuel Scalise durante la cavalcata della promozione in B.

Come Sabatino anche Desiderio Garufo ha dimostrato di possedere le qualità giuste per esprimersi al meglio nel 3-4-3 di Gaetano Auteri. Quello che si appresta ad iniziare potrebbe essere per lui l’anno della definitiva consacrazione, gli auguriamo allor di vivere una stagione da protagonista, e chissà di raggiungere con la formazione molossa traguardi importanti.

 

Massimo Lamberti, Forza Nocerina.it