CONOSCIAMOLI MEGLIO: Milan Anđelkovič

Neanche qualche ora dopo il comunicato della FIGC con cui il procuratore Stefano Palazzi, notificava i deferimenti alle società coinvolte nello scandalo calcioscommesse,  ecco che la Nocerina attraverso l’incessante lavoro del suo DS, Pitino ufficializzava il primo colpo di mercato, orientato alla nuova probabile categoria, come segno tangibile della  concreta speranza di  essere riammessi nel campionato da cui appena qualche mese fa la Nocerina era inopinatamente retrocessa.
Stiamo parlando naturalmente dell’ultimo arrivato è già prontamente aggregato alla squadra in ritiro a San Martino al Cimino, Milan Andjelkovic. Il  roccioso difensore è nato a Lubiana, capitale Slovena, il 1 Settembre 1981. Fisico imponente dall’alto dei suoi 193 centimetri è capace di fare della forza fisica, un’ arma in grado di contrastare gli attaccanti avversari nella propria area di competenza e all’occorrenza, di imporsi in quella avversaria sui cross dei compagni dalle fasce laterali. Milan cresce calcisticamente nella formazione capitolina dell’Olimpia Lubiana, storica formazione Slovena vincitrice di diversi campionati e con all’attivo diverse partecipazioni a competizioni europee.  Dopo la trafila nel settore giovanile, esordisce in prima squadra collezionando in tre stagioni di fila di Liga1 Slovena ben 62 gettoni di presenza, andando anche in rete in una occasione.

Nonostante l’ottimo impatto con la massima serie slovena, nel 2005 viene ceduto in prestito in serie B,  al Bela Krajina, dove colleziona 33 gettoni di presenza ed una marcatura. L’ottimo campionato disputato gli consente il ritorno immediato nella massima divisione slovena tra le fila dell’Interblock dove però non trova tanto spazio, ma con 17 presenze contribuisce alla salvezza della squadra.
L’anno successivo il calciatore decide, forse grazie ad una proposta di ingaggio assai favorevole, di trasferirsi nella serie A giapponese tra le fila del Fervorosa Ishikawa. Ma l’esperienza nipponica durerà poco; infatti già a settembre il calciatore cambia casacca e passa al NK Celje altra squadra di Liga1, dove disputerà due stagioni collezionando ben 60 presenze condite anche da un buon bottino realizzativo. Nel 2010 il possente difensore Sloveno fa ritorno all’Olimpia Lubiana, la squadra che lo ha lanciato nel calcio professionistico, dove ancora una volta disputa due ottime stagioni scendendo in campo in 49 occasioni, e realizzando anche 4 gol. Il curriculum sarà impreziosito anche da 6 gettoni di presenza in Europa League.
Per Milan Anđelkovič quella con la Nocerina sarà la prima avventura nel campionato italiano. La speranza è che, forte della grande esperienza maturata in questi anni, non si farà trovare impreparato. La riammissione in serie B potrebbe aprirgli nuovi orizzonti di carriera. Il suo arrivo va a puntellareun reparto che si è dimostrato nella scorsa stagione il tallone di Achille della squadra di Auteri, ponendo le basi per un radicale cambiamento nelle strategie di mercato della società rossonera anche alla luce dei nuovi scenari, che a breve potrebbero proiettare di colpo la compagine molossa per il secondo anno consecutivo nel campionato di serie Bwin.

Massimo Lamberti, ForzaNocerina.it