LEGA PRO. Vicenza, è Breda il nuovo tecnico

In attesa delle sentenze del processo sul calcioscommesse, che potrebbero garantire alla Nocerina la partecipazione al prossimo torneo cadetto, molto interessante risulterebbe un’occhiata ai movimenti di mercato delle possibili favorite alla vittoria finale, che si presentano ai nastri di partenza dell’ormai imminente campionato di Lega Pro. Partiamo innanzitutto dalla concorrente principale alla possibile riammissione in B, il Vicenza, che proprio oggi ha ufficializzato il nuovo allenatore, si tratta di Roberto Breda, ex Salernitana ed ex Reggina, un tecnico che ha comunque dalla sua un buon bagaglio di esperienza sia in cadetteria che in Lega Pro e che potrebbe fare al caso di una società che, nonostante gli ormai noti problemi finanziari, vuole presentarsi adeguatamente al via di qualsiasi torneo prenderà parte. Un’altra neoretrocessa che sta dimostrando di voler far dimenticare l’amara delusione dello scorso campionato è il Gubbio, in forte pressing sull’attaccante ex Monza e Potenza Nappello e che spera di poterne ottenere le prestazioni dal Palermo, proprietario del cartellino. Non si stanno facendo attendere nemmeno le altre possibili big del prossimo torneo di terza serie: Perugia, Catanzaro, Avellino e Benevento, pronte a regalare nuove soddisfazioni ai propri supporters. Il Perugia, dopo la riconferma in blocco di gran parte dell’organico che la passata stagione gli ha permesso di dominare il torneo di Seconda Divisione, starebbe meditando di ottenere il prestito dalla Juventus dell’attaccante classe ’93 Beltrame, in modo da rinfoltire la propria batteria di under con giovani di qualità. Passando al Catanzaro di Francesco Cozza, da qualche ora si è registrato l’ingaggio del promettente attaccante Giorgio Fioretti, proveniente dal Gavorrano il quale, con i suoi 33 gol, ha portato la società maremmana alle soglie degli spareggi post season per l’ammissione in Prima Divisione. Importante è anche l’ingaggio dell’esterno Nicola Fiore (’87) proveniente dal Chieti, il cui curriculum contempla 59 presenze ed 11 reti con la maglia neroverde. La società che più ha dimostrato di volersi ergere a protagonista è l’Avellino che, dopo aver definito l’ingaggio del difensore Fabbro dalla Juve Stabia, degli attaccanti Catania e Castaldo (triennale per lui) dalla Nocerina e il prestito di Luca Bittante (terzino diciannovenne ex primavera della Fiorentina), è pronto a chiudere per altri due importanti colpi che garantirebbero il salto di qualità ai lupi irpini: il gradito ritorno di Raffaele Biancolino, dalla neocostituenda Salernitana, e il prestito, dalla primavera del Milan, del giovane attaccante Simone Andrea Ganz. In conclusione il Benevento, pronto a tentare l’ennesimo assalto alla cadetteria con un mercato di alto profilo, che in questi giorni potrebbe chiudere con l’acquisto della coppia di centrocampo che tanto bene ha fatto nella passata stagione a Carpi: Ledian Memushaj e Fabio Concas. In uscita si registrano le cessioni di Antonio Vacca e Mirko Carretta (seguito dalla Nocerina nella scorsa sessione estiva del Calciomercato) al Barletta, la trattativa che potrebbe portare Analcerio al Frosinone e l’interesse da parte della Reggina sul bomber sannita Cristian Altinier. Siamo a nemmeno quindici giorni dall’inizio, ma la sensazione che trapela è quella di un mercato sempre più avvicente e ricco di colpi di scena, che permetterà di presentare organici di alto profilo in un campionato, quello di Prima Divisione, che si preannuncia molto ostico e combattuto.


Giancluca Tortora, ForzaNocerina.it