NOCERINA, idea Crescenzi per la difesa

NOCERINA, idea Crescenzi per la difesa

Ultime giorni di mercato per la Nocerina che si muove per rinforzare la rosa da consegnare ad Auteri. Non mancano le difficoltà soprattutto per quelli che sono i reali obiettivi della società rossonera e cioè un portiere e un attaccante, abbandonata del tutto, di contro, l’eventualità di ingaggiare un centrocampista. Le difficoltà di arrivare ad un attaccante di peso, era stato contattato Evacuo, troppo oneroso il suo ingaggio, hanno riaperto uno spiraglio a Ripa, il Battipagliese, infatti, ieri ha avuto un lungo colloquio con dirigenti e tecnico, facendo presente le sue intenzioni di voler rimanere a Nocera e dimostrare tutto il suo valore. L’ex comasco vuole, dunque, mettersi in gioco, dispostissimo anche ad accettare, se necessario, il ruolo di riserva, ma fortemente intenzionato a giocarsi con gli altri attaccanti della rosa le chances da titolare. Ripa che nella sua carriera ha già realizzato 100 reti tra Serie D, C2 e C1 è una punta centrale di movimento di 27 anni, già di proprietà della Nocerina che lo girò in prestito al Como in quanto non rientrava nei piani di Auteri. La posizione del puntero si sta ora valutando al momento per lui si è trattato di un “ni”, resta in stand by, qualora Pitino non dovesse riuscire a mettere a segno il colpo di un attaccante. Gli obiettivi di mercato della Nocerina ora si concentreranno sul portiere e su un esterno di difesa/centrocampo, abbandonata anche la pista che portava al centrocampista, si era fatto il nome di Togni ma l’ingaggio del Pescarese è troppo elevato per le casse rossonere. Capitolo portiere: sfumato Caglioni che proprio ieri ha firmato col Crotone, Pitino è ora sulle tracce di Stefano Ambrosi che pare non rientrerebbe più nei piani della Ternana e voglioso di giocare un’altra stagione su discreti livelli. Per il portiere di Alatri a 38 anni potrebbe essere l’ultima stagione, per cui chiudere la carriera in una piazza importante come Nocera rappresenterebbe sicuramente un’ottima opportunità. Per quanto riguarda l’esterno, saltato l’arrivo di Giuliatto, a lungo inseguito dalla società molossa, fari puntati ora sull’ex Ascoli Giovanni Tomi. Sempre per la difesa piace anche Luca Crescenzi della Lazio, il difensore che ha militato nella primavera biancoceleste è classe ’92 per cui arriverebbe come under, proprio nei giorni in cui in Lega Pro si è deciso di assegnare un ulteriore premio monetario alle squadre più “virtuose” in questo senso. Per quanto riguarda le partenze chi non ha convinto neanche stavolta Auteri è Plasmati che già nella giornata di oggi potrebbe accasarsi a Livorno, mentre si stanno valutando le posizioni di alcuni under che, nell’incertezza su quale campionato avrebbe dovuto disputare la Nocerina, sono stati aggregati alla rosa ma che ora potrebbero non essere più utili.


Roberto Errante, ForzaNocerina.it