NOCERINA: tra fatica e speranze

Giorni di lavoro stressante che pero fungono da carburante per la stagione prossima a cominciare. Volti distesi anche se concentrati quelli dei ventiquattro calciatori e dell’intero staff che, chiusi in una struttura modernissima ed all’avanguardia, stanno gettando le basi per un campionato che, a prescindere dalla categoria, dovrà vedere i molossi protagonisti. Se si ripartirà dalla Lega Pro, nonostante la presenza in Prima Divisione di compagini che al momento hanno allestito organici di prim’ordine, la Nocerina da retrocessa partirà inevitabilmente con i favori del pronostico. Se invece si riagguanterà la serie cadetta la formazione di patron Citarella sarà chiamata ad un campionato ben diverso da quello precedente, avendo sicuramente fatto tesoro di tutti gli errori commessi nella stagione appena conclusa.
Il morale e’ alto e la squadra, anche se ancora monca in qualche reparto, è consapevole di ciò che l’attende, così come la società che, proprio in attesa delle sentenze del calcioscommesse, ha lasciato vacanti alcune caselle che a seconda della categoria saranno riempite. Di sicuro la nuova stagione è partita con il piede giusto e, se come sembra, per fine mese potrebbero esserci delle novità importanti, lo champagne e’ già in frigo e chissà che per festeggiare, si prenderà parte ad una delle tante sagre di paese che da queste parti ed in questo periodo allietano le calde serate d’estate del piccolo borgo in provincia di Viterbo.

Lorenzo Orefice, ForzaNocerina.it