RITIRO. Nocerina: Tulimieri incanta

Lo scorso anno toccò al Pescara di Zeman correre e sudare tra le colline di San Martino al Cimino. I delfini ci restarono solo per dieci giorni, perchè gli uomini a disposizione del boemo erano oltre 40 ed allora si decise di cambiare location. Dieci giorni che permisero però a Lorenzo Insigne di non passare inosservato, ancora si ricordano da queste parti le sue magie che lo scorso anno lo hanno consacrato come il miglior giovane del campionato di serie Bwin e gli hanno aperto le porte del suo Napoli.
Quest’anno al Balletti Park Hotel, niente boemo e niente Insigne, c’è Auteri e la sua Nocerina ma qualche addetto alla struttura non ha faticato a trovare più di una similitudine, vuoi per i duri metodi di allenamento che contraddistinguono i due tecnici, vuoi soprattutto perché da queste parti si sta facendo notare e non poco Kevin Tulimieri, il classe ’92 arrivato dalla serie D, lo scorso anno in forza al Gelbison Serre Alburni. Il paragone col più quotato Insigne ancora non regge ma c’è chi è pronto a giurare che questo ragazzo ha tutto per fare strada al pari del suo più illustre collega. Nonostante la sua giovane età si è inserito senza remore all’interno del gruppo e soprattutto durante le amichevoli in famiglia è difficile non notarlo. Brevilineo fa dello scatto e dei dribbling improvvisi la sua forza. Quantità e qualità al servizio dei suoi compagni senza disdegnare di andare in goal ogni volta che se ne presenta l’occasione. Nativo di Siano, deve tutto o quasi all’ex rossonero Pasquale Santosuosso che, dall’alto della sua esperienza, lo scorso anno ne ha affinato il fisico e la tecnica contribuendo a far diventare Tulimieri uno dei migliori giovani campani della serie D, tanto da meritarsi addirittura la convocazione nella nazionale di categoria.  Il giovane è in prova, ma Auteri pare essersi già espresso favorevolmente circa la sua permanenza. I mezzi tecnici ci sono, se son rose fioriranno.


Francesco Cuomo, ForzaNocerina.it