CALCIOSCOMMESSE: Lecce e Grosseto in Lega Pro.

Tutto come previsto, tutto come già ampiamente scritto nei giorni scorsi: la Commissione Disciplinare accetta le istanze di Palazzi per quanto riguarda Lecce e Grosseto, spedendole per il momento in Lega Pro, in attesa di quelli che saranno i giudizi della Corte di Giustizia Federale e del Tnas. Pochi minuti fa la pubblicazione delle sentenze sul sito della Figc. Per il Lecce esclusione dal campionato di competenza di Serie B 2012/2013, con assegnazione da parte del Consiglio federale a uno dei campionati di categoria inferiore, ed ammenda di € 30.000,00; per il suo ex presidente, Pierandrea Semeraro, cinque anni di inibizione. Stesso discorso per il Grosseto: esclusione dal campionato di competenza di Serie B 2012/2013, con assegnazione da parte del Consiglio federale a uno dei campionati di categoria inferiore anche per i maremmani; per il presidente Camilli, invece, inibizione per cinque anni.
Tra le condanne eccellenti spicca quello di Conte, tecnico della Juventus, fermato per dieci mesi; sei punti di penalizzazione per il Siena, cinque punti di penalizzazione per il Bari, uno per la Sampdoria, il Torino, l’Albinoleffe ed il Varese. Spiccano però anche alcuni proscioglimenti eccellenti: per quanto riguarda il filone di Bari hanno evitato le pene Bonucci, Pepe, Vives, Belmonte, Di Vaio, Masiello e la società Udinese; per quanto riguarda il filone di Cremona, invece, non c’è stato alcun proscioglimento. Insomma, confermate ampiamente le indiscrezioni della vigilia ma non è ancora il momento di festeggiare: ora le società coinvolte avranno il tempo per ricorrere alla Corte di Giustizia Federale e poi eventualmente al Tnas; la strada è ancora lunga ma per la Nocerina la B è più vicina.

Filippo Attianese, ForzaNocerina.it