RITIRO. Nocerina, si lavora senza tregua

Continua a ritmi altissimi la preparazione degli uomini agli ordini di mister Gaetano Auteri, che giorno dopo giorno vede cambiare anche l’organico a disposizione a San Martino al Cimino, infatti, per un Mazzeo che raggiunge il gruppo, c’è un Taverna che lo lascia. Il giovane in prova, per motivi personali ha preferito abbandonare la località laziale.

L’allenamento pomeridiano ha visto oltre al consueto lavoro di riscaldamento, esercizi con il pallone, miranti sia al possesso che allo scambio veloce tra i calciatori, che sono stati divisi in tre gruppi da 8, per il tradizionale “due tocchi”, per poi finire con oltre un’ora di esercizi sulla resistenza su un percorso di un chilometro, ripetuto svariate volte.

Da registrare qualche problema fisico, per Mastellone, si sospetta una distrazione muscolare e per Di Dio, vittima di un affaticamento muscolare. Belà, arrivato in ritiro appesantito, sta beneficiando della “cura Auteri”, ma è tra quelli che sta maggiormente soffrendo la dura preparazione del tecnico rossonero.

 

Francesco Cuomo, ForzaNocerina.it