NOCERINA, pensiero numero 1

Proroga ricevuta, inizia la nuova fase del calciomercato rossonero, se mai si fosse fermata quella precedente, l’attenzione maggiore è riservata alle cessioni dei calciatori in esubero e alla ricerca di un portiere esperto. In secondo piano, per il momento, le altre operazioni: un laterale di sinistra, sempre più lontano Giuliatto, ed eventualmente un altro attaccante con caratteristiche diverse da quelli già in organico, solo se si riesce a trovare una sistemazione diversa a Ripa. La rosa a disposizione del tecnico Auteri offre, comunque, le dovute garanzie, non c’è fretta.

Per la porta Viotti resta il favorito, ma nelle ultime ore è tornato prepotentemente in auge il nome di Gabriele Aldegani. L’ex portiere del Benevento, ingaggiato nella seconda parte dello scorso campionato, potrebbe vestire nuovamente la maglia rossonera, questa volta però con ambizioni differenti e la concreta possibilità di scendere in campo più spesso, favorendo però allo stesso tempo la crescita dei giovani Ragni e Russo. Nel frattempo quest’ultimo, nuovamente titolare nella prima sfida di campionato contro l’Andria, sta facendo di tutto per mettere in difficoltà Auteri. Il ragazzo ha qualità, quella parata con la mano di richiamo nel concitato finale del  match di domenica e la sicurezza dimostrata in più di un’occasione a dispetto della giovane età, non hanno però sorpreso più di tanto Marcello Pitino: “le scelte fatte non sono frutto del caso ma ben ponderate – afferma il  direttore sportivo della Nocerina – dietro c’è un lavoro importante di scouting. Russo può solo migliorare, Pasquale Ussia ci ha visto ancora una volta giusto, a Russo siamo arrivati grazie ad una sua segnalazione. La strada intrapresa dalla Nocerina è quella giusta per andare lontano – continua l’operatore di mercato molosso – il futuro è dei giovani. Se consideriamo che in Lega Pro gli introiti sono di gran lunga più bassi rispetto a quelli della serie B, i contributi destinati a chi utilizza in maniera continuativa gli under diventano una parte importante del budget di una società e il lavoro di ricerca è, quindi, fondamentale”. Una Nocerina che guarda al futuro mentre i suoi tifosi sperano ancora nel grande colpo: “stiano tranquilli – conclude Pitino – dopo quello che è successo negli ultimi mesi siamo animati dalla loro stessa voglia di rivalsa”.  


Francesco Cuomo, ForzaNocerina.it