LEGA PRO: girone di ferro per i molossi

LEGA PRO: girone di ferro per i molossi

Mancano nove giorni esatti all’inizio del campionato di Lega Pro e la Nocerina, dopo la batosta ricevuta mercoledì dalla Corte di Giustizia Federale, sarà presente ai nastri di partenza del girone B.

Sedici squadre, tutte la maggior parte in grado di creare più di qualche grattacapo a chi come la Nocerina dovrà lottare per riconquistare sul campo quella B persa due volte nel giro di pochi mesi. Un girone difficile, non c’è che dire, che si snoderà lungo trenta lunghe giornate. Si parte il due settembre: Andria, Avellino, Barletta, Benevento, Carrarese, Catanzaro, Frosinone, Gubbio, Latina, Nocerina, Paganese, Perugia, Pisa, Prato, Sorrento e Viareggio, pronte a darsi battaglia. Perugia, Avellino, Gubbio e Benevento le antagoniste principali della Nocerina.

Le individualità degli umbri soprattutto in attacco sono in grado di far paura a chiunque, l’ex Modena Fabinho in tandem con Ciofani formano una coppia d’attacco che pochi possono vantare in Lega Pro, senza contare l’entusiasmo che si respira da quelle parti dopo il doppio salto dalla D  alla Lega Pro, a pochi anni dal fallimento del vecchio Perugia. Può fare bene anche il Benevento che negli ultimi 4 anni è riuscito a conquistare, per 3 volte un posto nei Play Off senza però mai  raggiungere l’obiettivo della vittoria finale. Per i sanniti i punti fermi nel reparto arretrato sono Rinaldi ed Anaclerio, a centrocampo spadroneggia capitano Emanuele D’Anna ex Chievo che può contare su Montiel, Mancosu e Rajcic. Lì davanti toccherà ad Altinier assicurare i goal necessari a tenere a galla l’armata giallorossa. Da non sottovalutare l’Avellino del trio d’attacco Catania-Biancolino-Castaldo, così come il Gubbio.

A candidarsi al ruolo di possibile mina vagante del campionato è, invece, il rivoluzionato Barletta. I pugliesi reduci dall’ottima stagione disputata l’anno passato hanno ringiovanito notevolmente la propria rosa puntando su giovani con voglia di emergere come Jacopo Dezi e Antonio Vacca. Il Catanzaro neo promosso ha in Fiore e Quadri gli uomini di esperienza in grado di far fare il salto di qualità alla formazione calabrese.  Di sicuro non resterà a guardare il Frosinone arrivato ottavo nella scorsa stagione.

 

Angelo Guadagno, ForzaNocerina.it