NOCERINA, Mazzeo: ”mai avuto dubbi sulla mia permanenza alla Nocerina”

È Fabio Mazzeo a presentarsi nella sala conferenze dello stadio “San Francesco” al termine dell’allenamento mattutino; si parte naturalmente dal sogno, infranto dalla Corte di Giustizia Federale, della riammissione in B: “Non è andata come tutti noi speravamo, dispiace perché sarebbe stata un’ottima opportunità quella di rigiocare in cadetteria, ma ora dobbiamo guardare al futuro, di Scommessopoli parlatene con la società”. Sulle voci di un possibile addio dovuto proprio al mancato ritorno in B, l’ex attaccante tra le altre di Perugia, Cosenza e Atletico Roma smentisce categoricamente: “Non ho mai avuto dubbi, anche perché quando ho scelto di sposare questo progetto sapevo ci fosse anche la possibilità di restare in Prima Divisione”. La Nocerina vuole recitare comunque un ruolo da protagonista anche in Lega Pro: “Siamo una buonissima squadra, non sarà facile perché il girone B è sempre quello più duro a mio avviso, tante squadre lotteranno per i primi posti come Perugia, Benevento e altre ma noi abbiamo tutte le potenzialità per far bene e dire la nostra in campionato, già a partire dal match di domenica prossima con l’Andria”. La punta salernitana, già in rossonero nelle stagioni 2004-05 e 2005-06, in quest’ultima autore di ben diciassette reti in campionato (era l’ex C2, con Roberto Chiancone in panchina e Renato Greco partner d’attacco), non sembra mostrare particolari preferenze sui due possibili moduli (3-4-3 e 4-2-3-1) che mister Auteri ha intenzione di adottare nell’arco della stagione: “Forse il primo, che è anche il modulo che il mister predilige, è quello che maggiormente si sposa con le mie caratteristiche poiché sono una punta centrale, ma anche il secondo lo conosco bene per averci giocato, peraltro insieme a Schetter, l’anno scorso a Barletta, dove ho fatto sia il centravanti sia il trequartista alle spalle della prima punta, quindi non c’è alcun problema, si tratta di due soluzioni favorevoli per noi attaccanti”. Sulla sua condizione fisica: “Sono ancora al 50-60%, abbiamo lavorato sodo in queste settimane e devo migliorare in velocità e brillantezza, spero di star meglio già domenica”. Si ritorna infine sull’esperienza di due anni fa a Cosenza, che Mazzeo scelse proprio a scapito della Nocerina: “Forse è stato l’errore più grande della mia carriera, ero stato anche in quell’estate vicinissimo ad un ritorno a Nocera, poi sfumato per ragioni che ho capito in seguito ma che preferisco non rendere pubbliche”.

Alfonso Cuomo, ForzaNocerina.it