NOCERINA: mercato in fermento

NOCERINA: mercato in fermento

E pur si muove … il mercato della Nocerina, seppur condizionato dal processo sul calcioscommesse, è un continuo divenire di appuntamenti, contatti e promesse. Il DS Pitino, anche se sotto traccia, continua a lavorare al completamento della rosa che in caso di riammissione in B, come ampiamente più volte annunciato, dovrà essere rinforzata con almeno sei elementi di spessore. Il portiere prima di tutto: Guarna, lo scorso anno ad Ascoli,  è un obiettivo concreto così come Leali, ma per entrambe non mancano le difficoltà. Sul primo è forte l’interesse del Catania, società amica della Nocerina che potrebbe prenderlo e poi girarlo in prestito ai molossi anche se con gli etnei resta da chiarire le situazioni Terracciano e Doukara prima di riallacciare ogni rapporto, il portierino della Juve piace invece a mezza serie B. Più facile allora arrivare a Caglioni, senza contratto dopo il buon campionato dello scorso anno con la maglia del Modena, esperienza da vendere a costi molto più contenuti caratteristiche che ben si sposano con il profilo ricercato dalla Nocerina ovvero quello di un numero uno affidabile ma anche pronto a contribuire alla crescita dei giovani Russo e Ragni. In difesa oltre a Camisa, piace Ferrario,  centrale difensivo ex Parma e Lecce, che aggiungerebbe centimetri ed esperienza ad una reparto che lo scorso anno è stato il vero tallone d’Achille della Nocerina. A centrocampo, invece se sugli esterni manca ormai solo l’ufficialità per Giuliatto e Benoit e si guarda con interesse verso Vicenza da dove potrebbe arrivare Gavazzi, continua la corsa a due per un posto al fianco di capitan Bruno con Parravicini, Ronaldo e Togni in lizza per una maglia con gli ultimi due favoriti vuoi soprattutto per le garanzie dal punto di vista fisico che potrebbero offrire rispetto al collega ex Siena. Lì davanti Sforzini e Dionisi restano i sogni nel cassetto, la classica ciliegina sulla torta, più praticabile la pista che porta a Felice Evacuo sul quale però c’è da registrare la concorrenza dell’Avellino.

Sul fronte uscite, vivono ormai da separati in casa Ripa e Plasmati. Per entrambe però non si va più in la di timidi sondaggi. Il primo piace a Cuneo e Barletta, all’ariete materano pare si sia interessato il Vicenza ma di trattative vere e proprie nemmeno l’ombra il tutto a discapito delle casse della Nocerina appesantite da due contratti onerosi.


Vincenzo D’Alessandro, ForzaNocerina.it