Nocerina: molossi nel girone B di Prima Divisione

Nocerina: molossi nel girone B di Prima Divisione

Con le difficoltà sempre maggiori che ogni anno si hanno nel comporre i gironi di Lega Pro, ex serie C, per fallimenti e radiazioni varie, la Nocerina, intanto, in attesa del verdetto della giustizia sportiva è stata inserita nel girone B di I divisione di Lega Pro. Ieri in Lega, appunto, si sono svolti i sorteggi dei 4 giorni, 2 di prima divisione e 2 di seconda, appena 69 le compagini iscritte, in I divisione 17 nel girone A, addirittura 16 in quello B. Un girone, quindi, rabberciato, come detto saranno, infatti, soltanto 16 le squadre che lo comporranno, la maggior parte meridionali comprese tutte le campane. Saranno ben 5 ai nastri di partenza, anche se a Nocera tutti si augurano che sarà il Lecce a prendere il posto dei molossi, cioè: l’Avellino, il Benevento, la Nocerina appunto, il Sorrento e la Paganese. Del gruppo faranno parte, inoltre le due Pugliesi Barletta e Andria, le due laziali Latina e Frosinone, le due Umbre Perugia e Gubbio e il Catanzaro. Completano il numero delle partecipanti le Toscane Pisa, Carrarese, Prato e Viareggio. Un girone sicuramente affascinante, formato da società che hanno fatto la storia del calcio italiano, alcune con presenze consolidate in massima serie ed ora, magari cadute in disgrazia per vicissitudini varie. Come detto la Campania la fa da padrona con i numerosissimi derbies che dovranno disputarsi ma non è escluso che alcuni pagheranno dazio all’ordine pubblico, visto il precedente già avutosi in occasione del match di Coppa Italia tra Nocerina e Paganese.  Difficile azzardare pronostici, vuoi per la non ancora definitività della composizione stessa, vuoi per l’elevato tasso tecnico di alcune formazioni, di sicuro, tuttavia, lo spettacolo non mancherà. Tra le favorite da inserire il Pisa e l’Avellino, uscite notevolmente rinforzate dal mercato che ancora deve chiudersi e il Benevento che da diverse stagioni conquista i play off, salvo poi fallire la promozione. Un occhio di riguardo per il Perugia, neo promossa ma dal passato illustre e desiderosa di tornare agli antichi fasti, stesso discorso per il Catanzaro. Probabili outsiders il Frosinone, il Barletta e l’Andria, discorso  a parte, invece, per il Sorrento che potrebbe pagare a caro prezzo giocare lontano da casa e cioè a Cava dei Tirreni, per l’indisponibilità proprio del campo “Italia”. E la Nocerina? E’ chiaro che l’attesa febbrile è per la decisione del giudice sportivo che la riporti in cadetteria, al momento la sua collocazione tra le favorite è ancora un’incognita. La rosa necessita ancora di alcuni innesti di qualità e quantità, alcune cose buone già si sono intraviste nel derby di domenica scorsa ma è chiaro che è ancora presto per poter azzardare dei pronostici e soprattutto il campionato è ben altra cosa.


Roberto Errante, ForzaNocerina.it