Nocerina – Paganese: Le voci dei protagonisti

Buona la prima per la Nocerina che coglie un importante successo all’esordio ufficiale nella manifestazione tricolore. A dispetto del gran caldo che ha condizionato notevolmente il match, i rossoneri hanno disputato una buona gara, sfiorando in più di un’occasione il goal. Il primo ad arrivare in sala stampa è il tecnico della Paganese che è deluso per il risultato non però per la gara disputata dai suoi. Grassadonia:” Dopo 40 minuti del primo tempo i miei giocatori erano stanchi e volevo cambiare qualcosa perciò ho inserito Romondini. Alla fine la gara è stata decisa da un episodio, potevano segnare noi con quel colpo di testa di Fava, poi la Nocerina è stata più brava a sfruttare l’occasione, comunque ho fatto i complimenti ai miei ragazzi. E’ stata una partita a scacchi, conoscevamo bene la Nocerina e il suo allenatore, fa un buon possesso palla, Scarpa ha dato quello che poteva ma giocare sotto il sole torrido non è semplice. La Nocerina ti costringe a giocare così, ti pressa e ti tiene basso, però noi abbiamo giocato bene ed abbiamo fatto anche qualcosa di buona. Il 4-4-2 è il modulo base ma stiamo provando anche un altro modulo, con la Nocerina che fa il 3-4-3 dovevamo per forza contenere i 3 davanti che fanno molto movimento e danno punti di riferimento. Io comunque, ripeto, sono soddisfatto, possiamo solo migliorare. E’ chiaro, che bisogna fare ancora qualcosina sul mercato, parliamo di under e bisogna fare delle scelte mirate per non rischiare di fallire”. A seguire arriva Auteri che, di contro, è soddisfatto per come ha giocato la Nocerina, soprattutto tenendo conto delle condizioni climatiche. AUTERI: “ Sono soddisfatto sotto il piano della tenuta e della corsa, complessivamente possiamo dire di avere avuto alcune risposte positive. Mi è piaciuto anche l’atteggiamento, rispetto a loro siamo stati più continui e propositivi, il risultato è sostanzialmente giusto. Buone le risposte di Baldan e Chiosa che hanno giocato bene, limitatamente ad una gara che giocata sotto il sole alle 4 del pomeriggio non può fare esprimere al meglio. Dispiace per Negro per il suo infortunio (frattura allo zigomo), il ragazzo è davvero sfortunato, ha svolto una buona preparazione ed era in discreta forma.  Questa squadra sul piano della corsa mi è piaciuto tanto, ci sono molti giocatori che sotto questo profilo hanno risposto bene e mi hanno soddisfatto”. E’ la volta del veterano Fusco che di derbies ne ha giocati tanti. FUSCO: “Sapevamo che era una partita difficilmente, abbiamo giocato bene nel primo tempo, poi nella ripresa siamo un po’ calati ed è venuta fuori la Nocerina, che alla fine ha sfruttato un episodio. Dispiace per il risultato perché non abbiamo demeritato, ci è mancato un po’ di cinismo sotto porta, in una gara equilibrata. Giocare, comunque, alle 4 del pomeriggio non giova certamente al risultato” . Ed infine, dulcis in fundo, arriva colui che ha deciso il derby, Schetter autore anche di una discreta prova. SCHETTER:” Sicuramente è stata una buona prestazione, meglio di così non si poteva fare, siamo usciti alla distanza, nella ripresa abbiamo creato buone cose. L’intesa con i compagni di reparto sta crescendo, anche se oggi col caldo asfissiante non potevamo fare di più. Un pensierino alla serie B lo stiamo facendo, anche se rimaniamo con i piedi per terra. Io personalmente ci spero, perché in cadetteria ho giocato solo un anno e mi farebbe piacere ritornarci. Esordio positivo con rete ma dispiace aver giocato la partita senza tifosi, secondo me a porte aperte avremmo visto ben altro spettacolo”

ROBERTO ERRANTE, forzanocerina.it.