NOCERINA: si lavora su tutti fronti

Giornata intensa quella in casa rossonera, si lavora su tutti i fronti. Pitino e Iodice, fuori sede, saranno di scena prima in Lega a Firenze e poi a Milano, con appuntamenti già assunti, per cercare in questa ultima fase di mercato, di intervenire sull’organico.

L’input lanciato dalla proprietà, anche a mezzo Facebook, è chiaro, bisogna intervenire, pensando anche allo sfoltimento della rosa, magari ipotizzando le partenze dei calciatori, che non rientrano nei programmi tattici del mister e che hanno anche un alto ingaggio, ora la palla passa al direttore Pitino, non ci sono più alibi, legati al campionato o quant’altro, ora bisogna far vedere gli artigli e piazzare i colpi giusti sia in entrata che in uscita.

Lavora come sempre la formazione di Gaetano Auteri, che dopo la cura “maniacale” della preparazione fisica adesso focalizza il proprio interesse sul piano tecnico-tattico, il tecnico con caparbietà cerca di creare la sua “creatura”, puntando sul consueto 3-4-3. Si è rivisto, a bordo campo, Maikol Negro, che nel pomeriggio, nella seduta prevista, sfoggerà la maschera protettiva, dopo l’intervento allo zigono.

A fine allenamento, tocca agli operai, che dovranno a seconda dei loro compiti, ripristinare il terreno di giuoco, lavoro arduo, e le strutture del San Francesco, che dovrà mostrare l’aspetto migliore domenica prossima, all’esordio contro l’Andria.

C’è poi, infine, chi lavora altrove, lottando contro il tempo, spulciando tra carte, faldoni e file, alla ricerca di tutto il materiale ritenuto opportuno, da presentare al TNAS, per impugnare le sentenze della Giustizia Sportiva. La speranza è l’ultima a morire in casa Nocerina.

 

Francesco Cuomo, ForzaNocerina.it