NOCERINA, un fine settimana di passione

NOCERINA, un fine settimana di passione

E` una domenica di ansia, di trepidazione, di sofferenza accumulata, di speranza anche perché no, per la torcida  rossonera, una domenica che divide, come uno spartiacque : l’inferno della Lega Pro dal paradiso della cadetteria, pronti ad esplodere in caso di riammissione; così come a disperarsi,  in caso di verdetto negativo. Sarà una domenica lunga, per chi è al mare, quotidiano in tasca, e facebook a portata di mano, con la possibilità comunque del refrigerio marino. Lunga per chi è a casa, tra la passeggiata del mattino, il caffè al bar, con l’orecchio rivolto ai rumors del tavolino a fianco: tra chi esprime ottimismo a chi invece predica cautela, tra chi un po’ più avanti negli anni  si infila nel discorso, e con non poco pessimismo esclama: «Non ritenetevi al sicuro, questo è il paese del tutto al contrario di tutto..!». Ebbene si: sarà una domenica lunga, calda e non solo dal punto di vista meteorologico, ma sicuramente una giornata che sarà ricordata, ma ancor più lo saranno i primi due giorni della prossima settimana. L’interesse di un’intera popolazione si sposterà altrove, all’ ex ostello della gioventù del Foro Italico di Roma, dove si decideranno le sorti di chi, oramai è chiaro, nonostante le arringhe preparate dagli avvocati invochino innocenza per gli imputati, operarava illecitamente per modificare l’esito degli incontri a tavolino per portare profitto economico e sportivo a loschi personaggi e a pseudo dirigenti compiacenti. Almeno questo è quanto è venuto fuori dal primo grado di giudizio. Ciò che ci si augura è che venga fatta giustizia, non per mero compiacimento, né per dimostrare a chicchessia che si è inflessibili con i furbi, ma semplicemente per dare a tutti un motivo valido per continuare a credere in questo mondo. I tifosi meritano giustizia ancor prima degli attori che lo compongono, i tifosi vogliono ancora credere nel gioco più bello del mondo: non deludiamoli!

MassimoLamberti, ForzaNocerina.it