NOCERINA, un goal di Zantu piega i molossi

NOCERINA, un goal di Zantu piega i molossi

NOCERINA 0


SORRENTO 1

 

Marcatori: 42′ pt Zantu su rig.

 

Nocerina (4-2-3-1): Ragni; Baldan, Andelkovic, Di Maio, Chiosa; Bruno, De Liguori; Schetter, Merino, Gavilan; Mazzeo. Nocerina 2° Tempo (3-4-3): G. Russo; Baldan, Andelkovic (28′ st Tulimieri), Di Maio; Garufo, Bruno, De Liguori (28′ st Corapi), Sabatino; Schetter, N. Russo, Mazzeo. All.: Auteri.

Sorrento (4-3-2-1): Polizzi; Balzano, Teminiello, Nocentini, Bonomi; Arcuri, Zanetti, A. Esposito; Basso, Vanin; Zantu. Subentrati nella ripresa: D’Ambrosio, Breglia, Altobello, Beati, Greco, Fiandaca, De Angelis, R. Esposito. All.: Bucaro.

Note: Spettatori circa 3000. Angoli: 6-4 per la Nocerina.

 

NOCERA INFERIORE. Un goal di Zantu su calcio di rigore sul finire del primo tempo decide l’amichevole contro il Sorrento. Un piccolo passo indietro rispetto alle buone prove offerte contro Paganese e Reggina, per una Nocerina che dopo la tremenda mazzata tra capo e collo ricevuta nella mattina di ieri dalla Corte di Giustizia Federale ha tutte le attenuanti del caso. La squadra è apparsa però imballata, poche le occasioni create, l’impressione è che pur trattandosi di calcio d’agosto questa Nocerina ha ancora bisogno di qualche innesto per candidarsi al ruolo di protagonista nel prossimo torneo di Lega Pro, come del resto ampiamente annunciato dal DS Pitino non più tardi di qualche settimana fa. Auteri rinuncia, almeno in partenza, al 3-4-3 e si affida al 4-2-3-1, un trait d’union con quella che è stata la Nocerina da gennaio in poi con Merino nel ruolo di trascinatore. Esordio di Ragni tra i pali, difesa a quattro con Baldan e Chiosa sugli esterni, Di Maio ed Andjelkovic al centro, De Liguori e Bruno in cabina di regia, Gavilan e Schetter alle spalle dell’unica punta Mazzeo, a completare il reparto avanzato. Bucaro si affida ai giovani, programmi ridimensionati per i rossoneri costieri rispetto al passato. Si comincia col saluto della curva sud all’indimenticato Giacomino De Caprio: “ciao direttore la sud ti saluta … ultras” lo striscione esposto nel settore riservato alla parte calda del tifo molosso. Nonostante si tratti di una gara amichevole Sorrento e Nocerina non si risparmiano e fanno sul serio fin dall’inizio. Al 9′ è Mazzeo a sfiorare il vantaggio sugli sviluppi di un calcio d’angolo di Merino. Ottima la risposta di Polizzi che si fa trovare pronto sul tiro a colpo sicuro del numero nove molosso. Il Sorrento si fa vivo al 13′: batti e ribatti in area Basso non riesce a trovare la deviazione vincente di testa, un minuto dopo magia di Merino dal limite che prova il tiro a giro che si perde di pochissimo alto sulla traversa. Dopo un inizio scoppiettante la gara cala man mano di intensità col passare dei minuti. Alla mezz’ora ancora Bassi prova a sorprendere Ragni direttamente da calcio da fermo: precisa la traiettoria col pallone indirizzato sotto la traversa, ottima la risposta del portiere rossonero che si rifugia in angolo con un prodigioso colpo di reni. Sul finire di tempo il Sorrento passa: fallo netto in area di Di Maio su un lanciatissimo Vanin, ineccepibile il calcio di rigore concesso dall’arbitro che Zantu trasforma spiazzando Ragni. Si va al riposo. Solita girandola di sostituzioni ad inizio ripresa: Giovanni Russo, Sabatino, Garufo e Nicola Russo, prendono il posto di Ragni, Chiosa, Merino e Gavilan tra le fila dei molossi che ritornano al 3-4-3. Bucaro lascia negli spogliatoi Bonomi, Zanetti e Arcuri e inserisce al loro posto Altobello, Beati e Greco. Il Sorrento prova a fare la partita, al 15′ buco clamoroso di Andjelkovic, fortunatamente per la Nocerina Zantu tutto solo spara addosso a Russo in uscita. Al 19′ è il turno di Esposito che rileva Basso. Tre minuti dopo uscita kamikaze di Russo quasi a metà campo per coprire un’indecisione di Baldan, Zantu gli soffia il pallone e crossa al centro, Vanin di testa alza troppo la mira. Sul capovolgimento di fronte Sabatino non sfrutta a dovere un cross dalla trequarti di Garufo e spedisce sul fondo. La Nocerina proprio non riesce a sfondare, Auteri prova così a dare la scossa i suoi inserendo al 27’st in un colpo solo Tulimieri e Corapi al posto di Andjelkovic e De Liguori, ma tocca al solito Schetter accendere la luce, l’ex Barletta al 31′ st prova a sorprendere Polizzi da fuori con un tiro a giro. Il numero uno dei rossonieri costieri ci mette i pugni, sulla ribattuta a Mazzeo non riesce la deviazione da pochi passi. Stessa sorte per Di Maio al 37’st che sfiora il palo alla sinistra di Polizzi sugli sviluppi di un calcio d’angolo. È il momento migliore della Nocerina che al 40’st colpisce la traversa con Mazzeo su preciso cross di Corapi. E’ l’ultima emozione, dopo tre minuti di recupero l’arbitro manda tutti negli spogliatoi tra gli applausi del pubblico di casa.


Angelo Guadagno, ForzaNocerina.it