TORNA IL CALCIO GIOCATO, c’eravamo tanto amati …

TORNA IL CALCIO GIOCATO, c'eravamo tanto amati ...

E’ iniziata la nuova stagione calcistica in questo fine settimana, ma che brutta sensazione. Nauseante, veder scendere in campo anche qualche calciatore, che la Magistratura ordinaria, aveva spedito in galera, certo non si è colpevoli fino all’ultimo grado di giudizio, ma per quanto riguarda il calcio, ma di quali gradi e di che giustizia vogliamo parlare?

Poco più di tre mesi orsono in tanti, si sono riempiti la bocca, alla vigilia degli Europei di calcio, forse per “ritoccare la faccia”, con frasi pesanti “pene esemplari, ripuliremo il calcio etc”, ma poi strada facendo si è assistito alla “farsa”, si è partiti con i patteggiamenti, con pene scontate.

Non finisce qua, e dopo l’indignazione del “primo” processo, si è riparlato di “mano pesante etc”, ma in realtà dopo qualche assolto eccellente, e dopo le pene inflitte nel primo grado di giudizio, si è nuovamente cambiato rotta, facendo cose indicibili, con motivazioni ancora da rendere pubbliche.

Forse a pensar male a volte ci si azzecca, è umanamente inspiegabile, come  una “Corte” infligge in secondo grado la stessa pena inflitta nel grado di giudizio precedente, anche se si dimezzano  i capi d’accusa, o meglio ancora come una squadra retrocessa in prima istanza, venga poi assolta con formula piena, nel giudizio successivo, senza aver potuto produrre nuove documentazioni a sua discolpa.

Improvvisamente spunta fuori la politica e tutte le indignazioni mediatiche scompaiono, si perché si tirano in ballo Senatori, Sindaci ex Ministri, coordinatori del maggior partito politico nazionale, quindi forse è meglio tacere, ma poi quello che non ti aspetti, un comunicato dello stesso Camilli, presidente della squadra “graziata”, che ringrazia parte delle amicizie politiche,lui che è Sindaco in carica di un piccolo comune del viterbese, nonché presidente del Consiglio Provinciale di Viterbo, proprio a pensare che gli italiani vivono con il prosciutto sugli occhi.

Si perché poi si ci accorge che il presidente della Corte, persona stimabilissima,  è stato uomo di fiducia con incarico prestigioso di un ex Ministro, che questi, appartiene alla stessa corrente del coordinatore toscano del PDL, che tale coordinatore ha come referente grossetano un Senatore, (uno di quelli ringraziati da Camilli per l’interessamento), coinvolto in un’inchiesta quella “Galaxy”, che vuol far luce sulla cessione a privati della gestione dell’aeroporto di Siena, che vede, coinvolto il ministero presieduto dall’amico comune….tante cose strane, si potrebbe fare un lungo elenco.

Come sembrano strane le uscite di testate nazionali, che nella nottata che ha portato alla sentenza di secondo grado, hanno avanzato qualche dubbio sull’esito, poche ore dopo aver battuto titoli differenti, ma tante stranezze, come è strano il silenzio mediatico, addirittura si parla in maniera molto soft, anche del caso Conte, ma forse saranno stati impartiti ordini di ammutinamento.

Per premio, poi ci pensa la FIGC, che conferma tutti, rinnovando anche gli incarichi e ringraziandoli, per la “farsa perpetrata”.

Per fortuna…all’improvviso arrivi tu,  il calcio giocato e tutti gli indignati, felicemente ad assistere al pallone che rotola su un terreno verde, senza ricordarsi, che di questo passo, il calcio finisce a rotoli.

 

Francesco Cuomo, ForzaNocerina.it