BARLETTA, la traversa salva la Nocerina

BARLETTA 0


NOCERINA 0

 

Barletta (4-3-3): Pane; Calapai, De Leidi, Di Bella, Mazzarani; Dezi (13 st Dall’Oglio), Meduri, Meucci; Ferreira (27′ st Simoncelli), Barbuti (40′ st La Mantia), Molina. A disp: Liverani, Angeletti, Romeo, Burzigotti. All. Novelli.

Nocerina (3-4-3): Aldegani; Crescenzi, Baldan, Chiosa; Garufo (37′ st Scardina), De Liguori, Bruno, Corapi; Mazzeo, Evacuo (13 st Schetter), Negro (37′ st Gavilàn). A disp: G. Russo, N. Russo, Daffara, Sabatino. All. Auteri.

Arbitro: Adducci di Paola

Ammoniti: Dezi (B), Chiosa (N), Ferreira (B), Bruno (N) Gavilan (N)

Angoli: 5-6. Recuperi: 0′ pt, 5′ st


BARLETTA – Finisce con un pari la prima delle due trasferte consecutive della Nocerina. A Barletta Bruno e compagni erano chiamati a riscattare la sconfitta casalinga col Latina e soprattutto risalire una classifica che si sta facendo sempre più deficitaria. Alla fine il risultato ad occhiali, che evidenzia una certa asfitticità in attacco, non risolve i molti problemi che ancora attanagliano i rossoneri. Gioco che continua ad essere poco brillante e scarse occasioni da rete, sono lo specchio del momento negativo che sta attraversando la Nocerina la quale proprio allo scadere ha rischiato addirittura la sconfitta. Auteri deve trovare in fretta le soluzioni prima che col passare delle giornate la risalita diventi ardua. Si affrontano due squadre in difficoltà, l’avvio di stagione è stato poco brillante, entrambe non hanno ancora vinto. Schieramenti tattici secondo previsioni della vigilia, nel Barletta in campo con il classico 4-3-3 rientra De Leidi dalla squalifica, non c’è, di contro Piccinni appiedato dal giudice sportivo. Novelli, quindi, si affida all’esperto Mazzarani in difesa, all’estro di Dezi a centrocampo, in attacco Molina e Ferreira in supporto a Barbuti punta centrale. La Nocerina, che deve rinunciare agli infortunati Merino, Andjelkovic, Rizza e Tulimieri, risponde col solito 3-4-3, confermato il terzetto difensivo, a centrocampo rientra a destra Garufo con Corapi a sinistra, coppia centrale composta da Bruno e De Liguori. Novità pure in attacco dove Mazzeo è preferito a Schetter, confermati, di contro, Negro ed Avacuo. Primo tempo piacevole, ben giocato da entrambe le compagini che si affrontano a viso aperto, la voglia di vincere traspare chiaramente. Sono i rossoneri a cercare di imporre subito il proprio gioco, al 3’ su angolo di Corapi è Bruno a sprecare calciando altissimo dal limite. Ci prova ancora la Nocerina all’11’, Negro cerca in profondità Mazzeo anticipato di un soffio da Pane. Intorno al quarto d’ora si svegliano i padroni di casa, il traversone di Molina è raccolto di testa da Ferreira libera la difesa ospite con qualche affanno. Sale in cattedra Molina, le sue discese sulla fascia mettono spesso in difficoltà la Nocerina, al 19’, infatti, i Pugliesi vanno vicino al vantaggio, bella la girata di Barbuti, Aldegani deve superarsi deviando in angolo. La gara si fa molto vivace, le due formazioni ribattono colpo su colpo, soventi i rovesciamenti di fronte, al 30’ Ferreira con un tiraccio da 20 metri sfiora la traversa. Nel finale, però, escono fuori i molossi, proprio allo scadere Negro s’invola sulla fascia, mette al centro, l’intervento di De Leidi è provvidenziale ed evita che la palla termini ad Evacuo. Nella ripresa, a differenza della prima frazione, parte fortissimo la formazione di Novelli, passano appena 4 minuti, Dezi ubriaca la difesa rossonera e lascia partire un diagonale, risponde da par suo Aldegani che strozza in gola l’urlo del goal al Barletta. La Nocerina ora soffre la verve dei biancorossi che capiscono le difficoltà degli avversari e si fanno più intraprendente ma come spesso succede nel calcio nel momento migliore di una squadra è l’altra a rendersi pericolosa. Un’improvvisa incursione di Corapi, all’11’, spostatosi a sinistra, culmina con un cross dove Evacuo, tutto solo, in tuffo spedisce incredibilmente fuori. Al 13’, doppia sostituzione, Dall’Oglio prende il posto di Dezi nel Barletta mentre uno spento Evacuo è avvicendato da Schetter; proprio il Barlettano si mette subito in mostra, tre minuti dopo, con un bolide dalla distanza che sfiora il palo. Prova Mazzeo al 18’ ma il tiro è debole e para facilmente Pane. Poco o nulla nella fase centrale della frazione, il Barletta che ha speso molto cala i ritmi, la Nocerina guadagna soltanto due corners. Al 26’ si infortuna Ferreira, al suo posto entra Simoncelli, i padroni di casa arretrano leggermente il baricentro, doppio cambio, invece, per i molossi, Auteri mette in campo Gavilan per Mazzeo, Scardina fa il suo esordio in rossonero al posto di Garufo, la Nocerina passa, così, al 4-3-3. Gli uomini di Auteri cercano di fare proprio il match, un paio di incursioni di Gavilan e Negro non hanno esito, al 37’, però, risponde il Barletta con Simoncelli il cui tiro è parato da Aldegani. Si arriva così ai minuti finali, senza ulteriori sussulti, al 46’, nel primo dei cinque minuti di recupero, su traversone di Schetter, Negro tenta la rovesciata volante ma spedisce fuori. Il finale, però si arroventa, la Nocerina si getta all’arrembaggio per vincere l’incontro ma proprio all’ultimo minuto il Barletta sfiora clamorosamente la vittoria con La Mantia che di testa centra la traversa con Aldegani battuto. Finisce con i Pugliesi che recriminano per una vittoria mancata e con la Nocerina che deve ancora trovare il bandolo della matassa di una stagione iniziata non proprio col piede giusto.

 

Roberto Errante, ForzaNocerina.it