CONOSCIAMOLI MEGLIO: Felice Evacuo

CONOSCIAMOLI MEGLIO: Felice Evacuo

Ben 76 gol in 170 presenze nelle ultime sei stagioni, vissute tra Avellino, Frosinone, Benevento e La Spezia. Centravanti di ruolo, alto 1.89, fisico imponente, buono in Serie B, un lusso per la Lega Pro: è l’identikit di Felice Evacuo, attaccante nato a Pompei il 23 Agosto 1982. Cresciuto calcisticamente nelle giovanili della Turris, con cui mette subito in mostra buone doti tecniche e capacità realizzative, abbinate comunque ad una discreta mobilità e abilità nello sfornare assist e mettere i compagni di reparto in condizione di battere a rete, qualità che gli sono valse la chiamata della Lazio, con cui esordisce in Serie A. Passato, poi, in C2 alla Florentia Viola, colleziona 20 presenze, quasi sempre da subentrato, timbrando il cartellino solamente due volte. Nelle stagioni successive veste le casacche di Viterbese e Avellino, in C1, senza risultare quasi mai decisivo. La grande svolta si ha con il suo passaggio in prestito alla Torres, sempre in C1, con cui stabilisce il suo record di marcature in una stagione, ben 16. Questo exploit non passa inosservato e l’Avellino, immediatamente, lo richiama alla base. Risultato decisivo per la vittoria finale dei lupi, a pari merito con Raffaele Biancolino, lascia la casacca biancoverde per incompresioni con la tifoseria e approda in Serie B con la maglia del Frosinone, segnando 13 gol in 40 apparizioni. L’anno dopo fa ritorno in Lega Pro firmando un quadriennale con il Benevento e passando, nel corso degli anni, da titolare inamovibile a riserva di lusso. Addirittura, con i giallorossi, è  capocannoniere della Coppa Italia 2010/2011, a pari merito con Samuel Eto’o siglando ben cinque marcature. Diventa, infine, perno principale dello Spezia vincente della passata stagione, risultando fondamentale per l’approdo in Serie B degli aquilotti, con ben 15 gol in 29 presenze.


Gianluca Tortora, ForzaNocerina.it