NOCERINA: pareggio in rimonta al Matusa

NOCERINA: pareggio in rimonta al Matusa

FROSINONE (4-3-3): Zappino; Frabotta, Guidi, Biasi (30’pt. Vitale), Blanchard; Gori, Carrus (4’pt. Gucher), Frara; Aurelio, Ganci, Cesaretti (16’st. Crescenzi). A disp: Vaccarecci, Del Duca, Rogero, Santoruvo. All. Stellone
NOCERINA (3-4-3): Aldegani; Crescenzi, Baldan, Scardina; Garufo, De Liguori, Bruno, Corapi (18’st. Evacuo); Schetter, Mazzeo (31’st. Sabatino), Russo N. (12’st. Merino). A disp.: Russo G., De Franco, Daffara, Gavilan. All.: Auteri.
Arbitro: Bindoni di Venezia.
Reti: 2′ Aurelio, 43′ Cesaretti (F), 5’st. rig. Mazzeo, 8’st. Garufo (N)
Ammoniti: Ganci, Crescenzi (F), Bruno, Schetter (N)
Espulsi: 15′ st. Gori (F), 21’st. Schetter (N)

FROSINONE –
Termina con un pari la gara tra Frosinone e Nocerina; un 2-2 insperato al termine del primo tempo per gli uomini di Auteri che, grazie alle reti di Mazzeo e Garufo ad inizio ripresa, rimettono in sesto una gara che li vedeva soccombere di due lunghezze al 45′.
Splendida la reazione nella ripresa dei molossi che possono guardare al futuro con rinnovato ottimismo, visto il carattere mostrato in Ciociaria, contro una squadra confermatasi solida e di qualità ma che ha forse considerato vinta troppo presto la contesa.
Sorpresa alla lettura delle formazioni, con Auteri che schiera Nicola Russo in attacco dal primo minuto, al debutto assoluto con la maglia rossonera, con Evacuo in panchina a far compagnia al recuperato Merino.Tra i padroni di casa Cesaretti vince il ballottaggio con Rogero per un posto nel tridente offensivo. Parte dalla panchina anche il rientrante Santoruvo.
Pronti via e subito Frosinone in vantaggio: i rossoneri, incredibilmente sbilanciati, si fanno sorprendere da Aurelio che in contropiede semina diversi calciatori molossi e fa secco Aldegani. Il gol a freddo complica i piani dei molossi, preda dei nervi e incapaci di organizzare subito una reazione. Garufo e Corapi, in particolare, vengono spesso messi in difficoltà dei dirimpettai frusinati, i quali perdono però al 4′ Carrus infortunato e rilevato da Gucher. Gialloblu vicini al raddoppio con Gori al 10′: la conclusione del centrocampista di casa termina di poco alla destra di Aldegani. La Nocerina si vede per la prima volta al 18′ con Schetter che ci prova dalla distanza senza impensierire Zappino, mentre pochi minuti dopo è Mazzeo ad attardarsi e a non sfruttare un buon suggerimento in profondità di Russo. I molossi sembrano più intraprendenti mentre il Frosinone bada a gestire e ripartire. Al 33′ proteste rossonere. Schetter si invola verso Zappino, lo supera e cade a terra: per l’arbitro è simulazione con conseguente ammonizione. Ci prova Mazzeo al 40′ ma il suo tiro dalla distanza viene deviato in angolo da Guidi. Inaspettato arriva tre minuti dopo il raddoppio dei padroni di casa. Ripartenza fulminea e Frara dal limite prova ad imbeccare Ganci; l’attaccante non interviene ma c’è Cesaretti pronto ad infilare Aldegani. Si va cosi al riposo con il doppio vantaggio per gli uomini di Stellone ed una gara che sembra chiusa. La ripresa inizia senza cambi da entrambe le parti ma con una Nocerina finalmente convinta. Al 5′ Schetter si invola in aerea e viene steso da Blanchard; stavolta Bindoni assegna la massima punizione. Della battuta si incarica l’ex di turno Mazzeo che
batte Zappino. Nemmeno il tempo di riorganizzarsi per i padroni di casa che arriva il pari rossonero. Russo serve Garufo, la cui bordata non lascia scampo a Zappino e manda in visibilio i 600 tifosi giunti a Frosinone. I gialloblu si rendono subito pericolosi con Frara che dalla distanza colpisce il palo ad Aldegani battuto, ma devono registrare al 15′ l’espulsione di Gori per una dura entrata da tergo su Corapi. Stellone si copre inserendo Crescenzi per Cesaretti mentre Auteri manda in campo prima Merino e poi Evacuo per Russo (buona prova per lui) e Corapi. Quando l’inerzia sembra a favore degli ospiti, Bindoni ripristina la parità numerica mostrando il secondo cartellino giallo a Schetter per fallo di mano in barriera su calcio di punizione per i gialloblu. Merino fa la barba al palo al 24′, mentre è super Aldegani su Blanchard solo in area al 29′. Le squadre, in dieci e su un terreno reso pesante dalla pioggia incessante, accusano la stanchezza e si affidano ai lanci lunghi abbandonando le manovre ragionate. C’è spazio anche per Sabatino in luogo di uno stremato Mazzeo, ed il neo-entrato prova a ravvivare la partita regalando palla in zona pericolosa prima ad Aurelio e poi a Gucher che però non riescono ad approfittarne. In gol ci va Blanchard al 38′ ma in posizione di fuorigioco, mentre i rossoneri, pur mantenendo l’iniziativa, non riescono più a rendersi pericolosi dalle parti di Zappino. Nel primo dei tre minuti di recupero Bruno perde palla a centrocampo favorendo una ripartenza degli ospiti sprecata da un tiro sbilenco di Aurelio da favorevole posizione, imitato poco dopo da Sabatino su azione d’angolo. Non c’è spazio per altre emozioni e si va negli spogliatoi con una ritrovata convinzione: la Nocerina c’è, resta solo da ritrovare la via della vittoria.


Salvatore Alfano, ForzaNocerina.it