NOCERINA, solo un pari all’esordio

NOCERINA, solo un pari all'esordio

NOCERINA 2

 

ANDRIA 2

 

Marcatori: 17′ pt Mascolo (A), 23′ st Larosa (A), 29′ st Negro (N), 39′ st Merino (N)

 

Nocerina (3-4-3): G. Russo; Baldan, Andelkovic (13′ pt Chiosa), Di Maio (1′ st Corapi); Garufo, Bruno, De Liguori, Sabatino (19′ st Negro); Schetter, Mazzeo, Merino. A disp.: Ragni, Tulimieri, Crescenzi, Negro, Gavilan. All.: Auteri.

 

Andria (4-4-2): Rossi; Scrugli (32′ st Nocerino), Migliaccio, Zaffagnini, Contessa; Comini, Giorgino, Arini, Taormina (11′ st Larosa); Innocenti (19′ st Maccan), Mascolo. A disp.: Sansonna, Lanteri, Perfetti,Tartaglia. All. Cosco.

 

Arbitro: Giovani di Grosseto.

 

Note: Spettatori 3000 circa per un incasso di circa 30000 euro. Ammoniti: Chiosa (N), Schetter (N), Sabatino (N), Scrugli (A), Arini (A), Maccan (A), La Rosa (A). Rec.: 3′ pt ; 3′ st.

 

NOCERA INFERIORE. Solo un pari all’esordio per la Nocerina, che non va oltre il 2-2- contro una modesta Andria. I molossi regalano un tempo e mezzo agli ospiti che si portano sul doppio vantaggio senza colpo ferire. C’è bisogno di un finale arrembante, e del miglior Maikol Negro, per raddrizzare le sorti di un match che sembrava ormai compromesso. Auteri recupera Di Maio, dopo la botta al collo del piede sinistro rimediata durante l’allenamento di venerdì che aveva fatto temere il peggio, e si affida al collaudato 3-4-3. Russo vince il ballottaggio con Ragni, Andelkovic e Baldan completano il reparto difensivo, Garufo, Bruno, De Liguori e Sabatino i quattro di centrocampo, in avanti c’è Mazzeo con Merino e Schetter, solo panchina per Negro e per l’ultimo arrivato Crescenzi. Cosco deve rinunciare agli infortunati De Giorgi, Loiodice e Maisto e si affida  all’undici ampiamente annunciato con i big Giorgino, Innocenti e Migliaccio a guidare la batteria di giovani.  I primi minuti sono di studio, la Nocerina prova a fare la partita, l’Andria gioca di rimessa, la gara non decolla. Al 6′ Schetter se ne va sulla sinistra, Scugli lo stende e rimedia il giallo, nulla di fatto sul calcio di punizione seguente. Sei minuti dopo la Nocerina perde Andelkovic, costretto ad uscire per un infortunio muscolare, entra Chiosa, Di Maio scala al centro. Al primo vero affondo l’Andria passa: minuto 16′ un innocuo lancio dalle retrovie coglie impreparata la difesa rossonera, per Mascolo, lasciato tutto solo, è fin troppo facile battere l’incolpevole Russo. La Nocerina prova subito a reagire, al 19′ Schetter conquista un buon calcio di punizione dal limite, Merino spara nel mucchio ma il cross del peruviano è lungo per tutti e si perde sul fondo. Troppo lenta e prevedibile la manovra dell’undici di Auteri, l’Andria si difende con ordine e non rischia quasi nulla. Al 28′ ci prova Mazzeo in mezza girata, due minuti dopo De Liguori da fuori, in entrambe le occasioni Rossi non si fa sorprendere. Vive di fiammate la Nocerina che al 37′ conquista il suo primo calcio d’angolo. Batte Schetter, Sabatino impatta di testa ma non riesce ad imprimere la giusta forza al pallone. Alla ripresa Auteri lascia negli spogliatoi Di Maio, ancora problemi fisici per il difensore molosso, al suo posto c’è Corapi. L’ex Vibonese va a dar man forte a De Liguori e Bruno in mediana, la Nocerina passa al 4-3-3 con Chiosa e Baldan centrali di difesa e Garufo e Sabatino che abbassano il proprio raggio d’azione. Al ‘53 Mazzeo ha sul sinistro il pallone buono per pareggiare i conti ma il suo tiro, a colpo sicuro, viene deviato in angolo. Sul corner seguente va a vuoto Rossi, batti e ribatti in area, il pallone finisce sui piedi di Corapi che spara alto sulla traversa da ottima posizione. Al ’59 ci prova Schetter dalla distanza, la sua conclusione si perde sul fondo. Sei minuti dopo Auteri cambia ancora: fuori Sabatino, dentro Negro con Bruno va a fare addirittura il difensore centrale. Cosco richiama in panchina Innocenti e lancia nella mischia Maccan. Al 67′ Baldan rischia l’autorete nel tentativo di spazzare l’area, il goal però è solo rimandato. Un minuto più tardi Larosa, lasciato tutto solo in area, trafigge per la seconda volta Russo. La mazzata è di quelle tremende, ma la Nocerina non ci stà e al 75′ trova finalmente il goal. Cross di Merino dalla sinistra Negro in mezza girata a volo insacca alle spalle di Rossi. Il goal riaccende le speranze dei molossi.  Al 79′ ancora Negro va via sulla sinistra, dribbla il diretto avversario ma calcia debolmente tra le braccia di Rossi. Si gioca ad una sola porta, all’85’ l’assedio della Nocerina viene premiato. Cross di Schetter deviato da un difensore, Merino beffa Rossi sul palo lontano. Due minuti dopo i molossi trovano anche il goal del 3-2 con Mazzeo, ben servito da Garufo, ma l’arbitro annulla su segnalazione del guardalinee. C’è tempo solo per la parata salva risultato di Russo su colpo di testa Mascolo e di un tentativo sprecato malamente dal solito Negro, prima del triplice fischio finale. Incoraggianti gli applausi del pubblico, ma in casa Nocerina c’è ancora tanto, tanto da lavorare.

 

Angelo Guadagno, ForzaNocerina.it