PITINO: ”centrati tutti gli obiettivi”

PITINO: ''centrati tutti gli obiettivi''

Evacuo e Scardina; sono questi i due colpi con cui si è chiuso il mercato rossonero. Due colpi che hanno riacceso l’entusiasmo della piazza e che il direttore sportivo Marcello Pitino spiega così poco dopo la chiusura ufficiale delle trattative: “Evacuo mi è parso motivatissimo,” racconta l’uomo mercato rossonero, “non vedeva l’ora di chiudere la trattativa e cominciare la nuova avventura: l’abbiamo scelto per questo motivo, per la sua grande voglia di tornare in Serie B con la maglia della Nocerina; stesso discorso anche per Scardina, altro calciatore che ha sposato con entusiasmo l’avventura in rossonero e che vuole ritornare in Serie B con questa maglia: diverso il discorso per Marino che non mi era mai sembrato del tutto convinto della destinazione e per questo motivo abbiamo deciso di guardare altrove.”
E le motivazioni hanno inciso anche sull’addio di Di Maio: “Di Maio aveva voglia di cambiare aria,” ammette il direttore sportivo rossonero, “era felice di questa nuova avventura al Lecce e noi gli facciamo i migliori auguri perché comunque è stato un elemento importante negli ultimi due anni passati con la maglia della Nocerina.” L’addio di Di Maio, però, non svilisce la rosa della Nocerina che, sulla carta, è da primi posti in classifica: “sulla carta non si vincono i campionati,” ammonisce Pitino, “parlerà il campo; posso dire che sicuramente abbiamo centrato tutti gli obiettivi che c’eravamo prefissati e che possiamo competere con le big del girone; poi si vedrà come andrà a finire.”
Trattative andate a buon fine ed altre sfumate sul filo di lana: il Grosseto ha rinunciato all’ultimo momento all’affare Mazzeo; sfumata in dirittura d’arrivo anche la trattativa per Ripa, indirizzato al Sorrento: in rossonero sarebbe dovuto arrivare Beati ma alla fine l’affare non si è concluso e Ripa rimarrà, probabilmente da separato in casa, in rossonero. Ed è sfumata all’ultimo momento, per questioni burocratiche, anche la trattativa col Torino con Gorobsov, promettente centrocampista granata.


Filippo Attianese/Angelo Guadagno, ForzaNocerina.it