PRIMA DIVISIONE. Perugia già leader

PRIMA DIVISIONE. Perugia già leader

Dopo due giornate di campionato, nel girone B di Prima Divisione, solamente una squadra sta confermando i pronostici della vigilia, il Perugia, unica compagine del girone ancora a punteggio pieno. Una gara non proprio facile per i grifoni umbri, chiamati ad affrontare un Barletta ancora ferito dalla rocambolesca sconfitta del turno precedente contro il Catanzaro. Partita molto vivace sin dall’inizio, con la formazione pugliese subito in partita, che prende in mano le redini del gioco, costringendo gli umbri a rintanarsi in difesa e partire in contropiede. Ed è proprio su un’azione di contropiede che al 35° il Perugia passa in vantaggio: Clemente lancia sulla fascia sinistra Rantier, che crossa in mezzo per l’accorrente Matteo Politano che sigla il gol dell’1-0. Nel secondo tempo il Barletta riprende a macinare gioco, ma è una supremazia sterile: rare sono, infatti, le occasioni prodotte da entambe le squadre. Addirittura sul finale il Barletta si ritrova in dieci uomini per l’espulsione di De Leidi, per doppia ammozione, dopo un fallo sul marcatore del match. Ed è così, quindi, che si conclude l’incontro. Vittoria che sta larga ad un Perugia cinico, ma abile a mantenere il risultato fino al termine del match, sconfitta immeritata per un Barletta sempre più in crescendo e che, col passare delle giornate, sicuramente sarà un cliente scomodo per tutti. A seguire i grifoni in classifica, troviamo, appaiate a quattro punti, Pisa, Avellino e Gubbio. I toscani sono stati ospiti dell’Andria che, nel turno precedente, ha fermato sul 2-2 in casa la Nocerina. Confermato lo stesso assetto di domenica scorsa, mister Pane schiera Barberis in luogo dello squalificato Mingazzini. Incontro che, inizialmente, stenta a decollare, poi improvvisamente, al secondo affondo, la squadra pugliese passa in vantaggio: cross da calcio d’angolo di Taormina, per la testa dell’inossidabile Riccardo Innocenti che buca la difesa ospite e porta in vantaggio i suoi. Partita che da lì fino al termine vive di alterne emozioni, con i neroazzurri che proprio allo scadere riescono a pareggiare i conti con un gol di Rizzo. L’Avellino, invece, con un gol su rigore di Raffaele Biancolino, riesce a portare a casa i primi tre punti stagionali contro una Carrarese troppo arrendevole e lasciatasi sopraffare dagli ospiti che, ad onor del vero, hanno mostrato tutto il loro tasso tecnico superiore, a discapito di una squadra penalizzata anche dall’espulsione di Benassi nei primi minuti del secondo tempo. Prima vittoria anche per il Gubbio dello squalificato Andrea Sottil, con un rigore di Scardina, concesso per un fallo di mani in area di un Frosinone, avversario di turno, apparso mai domo e pronto a giocarsi un ruolo da protagonista in questo campionato. Doppio riscatto, infine, per Benevento e Paganese, sconfitte rispettivamente alla prima giornata da Perugia e Viareggio. I sanniti, allenati da Martinez, trionfano per due reti a zero, con marcature di Germinale su rigore e Marchi, contro un Viareggio apparso molle e impacciato rispetto alla prima versione casalinga. Da segnalare l’infortunio occorso al portiere Piergraziano Gori, prontamente sostituito da Mancinelli, per fallo di De Vena, in netto ritardo sul pallone. La formazione liguorina, invece, trionfa contro i rossoneri del Sorrento, nel primo derby campano della stagione, grazie ad una doppietta del difensore centrale argentino Mariano Fernandez. A completare il quadro della giornata, l’anticipo giocato venerdì tra Latina e Catanzaro, vinto dai laziali grazie ad una strepitosa rete di Barraco, e che ha visto la formazione calabrese fare un netto passo indietro rispetto alla precedente uscita.

 

Gianluca Tortora, ForzaNocerina.it