AUTERI: ”Catanzaro snodo importante”

Catanzaro-Nocerina, la partita dei tanti ricordi per i tifosi rossoneri, rievocando quello del ’78, ma anche dei tanti ex, su tutti Gaetano Auteri. Ed è proprio al Catanzaro che è rivolto il primo pensiero del tecnico di Floridia: “Sono stato benissimo a Catanzaro. Sia io che i giocatori ci siamo sentiti mortificati da parte di una società che non esisteva” – commenta duramente l’ex trainer giallorosso – “Prima di venire a Nocera ero ancora legato a Catanzaro, sarei rimasto se si fosse costituita una nuova società, proprio per dimostrare il mio attaccamento. Normalmente nei posti dove vado mi danno il benvenuto con simpatia, con rispetto, dove invece vado come avversario trovo di tutto e di più, spero che non accada a Catanzaro”. Un Catanzaro reduce da quattro sconfitte negli ultimi cinque turni, ma che non deve far pensare assolutamente ad una squadra in crisi: “Non bisogna sottovalutare il Catanzaro” – ammonisce Auteri – “Incontriamo una squadra con qualità, costruita per un campionato importante. Non vuol dire nulla che non facciano risultato da un po’, scenderanno in campo motivati a fare bene. E anche noi siamo aperti al confronto, vogliamo migliorarci, sia con gli altri che con noi stessi.” – un passaggio, poi sulle ultime prestazioni – “Le ultime due prestazioni sono state buone, questo è un fatto abbastanza normale, io l’avevo anche detto. Dobbiamo essere più continui e dobbiamo avere un atteggiamento migliore. Per esempio sull’1-0 con il Perugia abbiamo pensato di far calare i ritmi concedendo qualcosa di troppo”. Una battuta sul derby Nocerina-Paganese, che rischia di essere giocato fuori regione e a porte chiuse: “Io attribuisco grandi responabilità alla Lega. Nocerina e Paganese non potranno mai incontrarsi. Non si possono privare dal punto di vista economico le società”. L’opzione Schetter sulla fascia sinistra, stando a quanto emerso dagli allenamenti degli ultimi giorni, sarebbe potuta essere più di una ipotesi: “Non puo’ giocare Schetter ancora dall’inizio” – smorza gli animi l’allenatore – “Fisicamente non può garantire una totale copertura all’intera fascia. Magari in momenti particolari della partita potrà essere d’aiuto, più in là potrà fare bene” – una sorta di riconferma per Corapi – “Corapi non sta facendo male, Sabatino è un giocatore in cui sto vedendo una grande crescita, non vedo perchè miriate sempre su certi giocatori. Ci sarà tempo per far giocare tutti”. Ultima battuta, condita di ironia, sulle bocche di fuoco della formazione a sua disposizione: “Mazzeo può fare meglio, idem Evacuo, Merino alla stessa maniera. Lui al momento è al 5%, non dovrebbe giocare” – ridendo – “però lo faccio scendere in campo per fargli fare minutaggio … naturalmente stò scherzando – chiarisce il tecnico – mi aspetto molto da loro così come dal resto della squadra”.


Gianluca Tortora, ForzaNocerina.it