CATANZARO, centrocampo da inventare per Cozza

CATANZARO, centrocampo da inventare per Cozza

La seduta di questa mattina è stata dedicata esclusivamente alla fase tecnica. Come al solito Cozza ha provato svariate soluzioni alternando nei vari schieramenti tutti gli uomini arruolabili.

Solo in difesa il Catanzaro è apposto e non conta infortunati. A giocarsi i tre posti da titolari troviamo Sirignano, Mariotti, Borghetti, Papasidero, Narducci ed Orchi. Problemi ce ne saranno a centrocampo in quanto è certa l’assenza di Quadri che lavora a parte, di Ulloa appiedato, di Romeo infortunatosi dopo la bella prestazione di Coppa e di Fiore che da inizio settimana non si allena con il gruppo. Con Squillace sulla sinistra e Maisto e Benedetti centrali è probabile che a questo punto si possa pensare all’avanzamento di Mariotti, per come avvenne nella sfida con il Benevento o all’inserimento di D’Alessandro. In avanti agli offensivi Carboni, Fioretti, Masini, D’Agostino, Carbonaro e Cruz si è aggiunta un’altra pedina che dovrebbe essere a disposizione di Cozza sin da lunedì. Si tratta di Andrea Russotto che ha firmato con i giallorossi, e lunedì, procedure di deposito contratto permettendo curate da Nazario Sauro, potrebbe almeno essere fra i convocati.

Mister Cozza stamane ha guidato l’allenamento con particolare attenzione nei richiami dei movimenti per i suoi uomini. Tutti i calciatori hanno dimostrato una voglia di riscatto e abbiamo notato un certo impegno perché con l’arrivo di Russotto e l’annunciato cambio modulo di Cozza il posto di titolare ognuno dovrà sudarlo.

Dopo la mini partitella a campo ridotto mister D’Urso ha catechizzato centrocampisti e difensori, Cozza si è intrattenuto con Pisseri per discutere dell’impostazione del gioco dove anche il portiere dovrà avere un ruolo. Stamattina e fino al tardo pomeriggio sono stati accesi i riflettori per le consuete prove in vista dell’accensione per lunedì prossimo quando i molossi della Nocerina sfideranno le aquile giallorosse in diretta su RaiSport 1 a partire dalle 20,45.

 

Salvatore Ferragina, www.uscatanzaro.net