NOCERINA, Merino e Figliomeni al cuor non si comanda

NOCERINA, Merino e Figliomeni al cuor non si comanda

Pro Vercelli e Ternana provano a fargli cambiare aria ma lui Roberto Merino Ramirez, il mago, a Nocera, nonostante i pochi mesi trascorsi in rossonero, ha lasciato un pezzo di cuore e a quello si sa, non si comanda. Può succedere allora che a 30 anni inizi a pensare da grande, può succedere che arriva il momento di dare un taglio a quella vita da girovago del calcio che ti ha portato a vivere esperienze comunque importati tra Spagna, Svizzera, Perù e  addirittura Kuwait, può succedere che una Lega Pro a grandi livelli, come quella che sta programmando la Nocerina, tutto sommato non è poi così male considerando che quella serie B, persa appena pochi mesi fa,  potrebbe essere riacciuffata grazie al processo sul calcioscommesse. Se così non fosse poco importa, Merino ha scelto, s’è quasi convinto l’attaccante peruviano. Il pressing di Auteri e Pitino sta per dare i suoi frutti. Serie B o Lega Pro è molto molto probabile che il mago ci sarà ad incantare con le sue giocate, a divertire dentro e fuori dal campo. Storia per certi versi simile, ma con qualche remora in più per la categoria, quella di Peppe Figliomeni. Il difensore forte di un altro anno di contratto col Varese aspetta e spera, con la Nocerina di nuovo in B non ci penserebbe su due volte a tornare. Chi invece ha già deciso è Emanuele Concetti. Il portiere laziale, dopo un lungo tira e molla con la Nocerina, ha firmato per il Crotone. Due anni di contratto per l’estremo difensore che torna in Calabria dopo aver già vestito la casacca rossoblù  tra il 2007 e il 2011. Pitino non è certo rimasto a guardare: Terracciano resta il favorito per il ruolo di numero uno (dal Catania arriverà di sicuro in prestito  Souleymane Doukara, attaccante classe ’91 protagonista lo scorso anno con la maglia della Vibonese) ma la scure della Covisoc pronta ad abbattersi sul Siracusa potrebbe portare in dote Paolo Baiocco e, perché no, riaprire il discorso con Davide Moi che la Nocerina non ha mai smesso di seguire. In stand by le altre trattative, ma c’è da scommetterci, si tratta solo di calma apparente.

 

Andrea D’Amico, ForzaNocerina.it