NOCERINA: caccia alla prima vittoria

NOCERINA: caccia alla prima vittoria

Una vittoria, la prima di questa stagione: si riparte dalla gara di Coppa con l’Andria passando per il pari in rimonta di Frosinone per affrontare con la carica giusta il Perugia dell’ex Piefrancesco Battistini. Vincere, per riassaporare il gusto dei tre punti che mancano da molto, troppo tempo in campionato. Vincere per dare la svolta definitiva ad una stagiona nata sotto il segno del calcio scommesse, dell’incertezza e della rabbia per una meritata retrocessione ed una B persa troppo presto anche per colpa di chi doveva fare giustizia ed ha preferito ancora una volta glissare dopo aver fatto per un po’ la voce grossa, per poi partorire il classico topolino. Vincere per ritrovare lo smalto di un tempo e dare inizio ad una rimonta che potrebbe restituire entusiasmo e nuova linfa all’ambiente.
Il Perugia è squadra ostica, una delle quattro teste di serie del campionato e principale avversaria per la promozione diretta, ma i molossi non possono fallire un appuntamento che potrebbe dire tanto in chiave primo posto. Cinque i punti che separano la Nocerina dai Grifoni, sette quelli dalla capolista Avellino. Le possibilità di recuperare terreno, dopo appena cinque giornate di campionato, sono ancora ampie a patto che il Perugia esca a mani vuote dal San Francesco. Questa Nocerina ha tutte le carte in regola per giocare fino all’ultimo per il raggiungimento di obiettivi importanti, deve solo prendere coscienza dei propri mezzi e iniziare a giocare come sa. Una vittoria, ne siamo convinti, potrebbe davvero essere la panacea a tutti i mali. Non c’è Schetter, squalificato, Auteri recupera però il mago Roberto Merino, trascinatore nella seconda parte della passata stagione ed autore della rete del 2 a 2 nella prima uscita casalinga contro l’Andria in campionato. Ritrovare il calciatore peruviano in una sfida così determinante per il prosieguo della stagione è una manna dal cielo, visti anche gli infortuni di De Franco, Andelkovic, Rizza e Negro, uomini importanti in grado di fare la differenza in Lega Pro. 3-4-3, 4-2-3-1, questa volta, come ama spesso ripetere il tecnico di Floridia, i numeri contano davvero poco. Bisogna vincere, a prescindere da chi scenderà in campo e dal modulo, per ricominciare un discorso che sterili polemiche stavano rischiando di interrompere troppo presto … il Perugia è avvisato!


Angelo Guadagno, ForzaNocerina.it