COPPA ITALIA: Malcore goal, il Lecce passa al San Francesco

NOCERINA 0

 

LECCE 1

 

Reti: 25′ Malcore

 

NOCERINA (4-2-3-1): Russo; Daffara, Baldan, Chiosa, Sabatino; Corapi, Bruno; Schetter (61′ Merino), Mazzeo, N. Russo (70′ Garufo); Ripa (84′ Speziale). A disp. Ragni, Andjelkovic, Crescenzi, Scardina. All. Auteri

LECCE (3-5-2): Gabrieli; Vinicius, Esposito, Legittimo; Vanin, Palumbo (55′ Tundo), Zappacosta, De Rose, Tomi; Bustamante (84′ Chevanton), Malcore (64′ Rosafio). A disp. Benassi, Semenzato, Chiricò, Di Maio. All. Lerda

Arbitro: Sig. Caso da Verona (Gesti – Malacchi)

Ammoniti:  Malcore (L),  Palumbo (L), De Rose (L),Daffara (N), Bruno (N), Speziale (N).

Espulsi:

Angoli: 7-3

Recupero: 1’pt, 5’st

Note:  Serata umida. Terreno di gioco in ottime condizioni.

 

NOCERA INFERIORE – Minimo sforzo, massimo risultato: grazie ad un goal del giovane Malcore il Lecce Passa al San Francesco e accede al turno successivo della Coppa Italia di Lega Pro. Sconfitta tutto sommato immeritata per una Nocerina volenterosa ma poco concreta.

Si inizia con il silenzio ampiamente annunciato in curva sud. La parte centrale del settore riservato ai tifosi molossi resta deserta per i primi quindici minuti di gara per protesta  verso gli 87 DASPO arrivati dopo la gara col Frosinone. ‘’Diffide a casaccio … vostro ennesimo fattaccio nocerini liberi” lo striscione che campeggia nella zona di solito occupata dallo zoccolo duro del tifo rossonero. Auteri conferma in toto le indiscrezioni della vigilia. Nocerina con il 4-2-3-1, Ripa è il terminale offensivo, alle sue spalle il trio Mazzeo, Schetter  e Nicola Russo. Debutto in Coppa Italia tra i pali per l’altro Russo. Daffara, Baldan, Chiosa e Sabatino sono i quattro di difesa, Corapi e Bruno, invece gli interni di centrocampo. Tanto turn over anche in casa Lecce, con l’ex Di Maio che si accomoda in panchina a fianco dell’uruguagio Chevanton. A guidare l’attacco per i salentini i giovani Malcore e Bustamante promettente attaccante cileno all’esordio con la maglia giallorossa. Pronti via subito Nocerina pericolosa. Al 3′ Schetter va al cross dalla sinistra, Ripa impatta di testa, il pallone si perde di poco a lato. Dieci minuti più tardi Corapi va al tiro dalla distanza, la conclusione è debole e si perde tra le braccia di Gabrieli. Passano i minuti e la gara  scivola via senza particolari sussulti con la Nocerina che tiene in mano il pallino del gioco ma non riesce a sfondare e così dopo un paio di occasioni sciupate dalla distanza, il Lecce alla prima utile passa in vantaggio. Al 25’sugli sviluppi di un calcio d’angolo Palumbo crossa dalla destra, errata applicazione del fuorigioco di Baldan, per Malcore, lasciato tutto solo, è un gioco da ragazzi battere Russo. Null’altro da segnalare fino alla fine del primo tempo se non un acceso scambio di battute tra Ripa e De Rose dopo qualche fallo proibito di troppo dell’undici giallorosso. Il clima si surriscalda anche all’esterno dello stadio. Il parcheggio dell’Ospedale Umberto I e poi via Eugenio Siciliano diventano teatro di scontri tra le due tifoserie, circa cinquanta i supporters giallorossi giunti a Nocera senza biglietto, e le forze dell’ordine che  devono lavorare non poco per ristabilire la calma.  La ripresa si apre con la Nocerina subito in avanti. Al 48′ ci vuole il miglior Gabrieli per smanacciare in angolo la punizione velenosa di Corapi dai venticinque metri. La risposta del Lecce non si fa attendere. Al 52′ Vanin lancia nello spazio Malcore, provvidenziale l’intervento di Russo che evita il peggio. Al 64′ Merino rileva un spento Schetter, quattro minuti dopo la Nocerina va ancora vicinissima al pareggio.  Bomba di Bruno dalla distanza, Gabrieli con un altrettanto spettacolare colpo di reni alza sulla traversa. All’83’ vibranti proteste della Nocerina per un fallo di mano al limite del brasiliano Vinicius su conclusione di Mazzeo. Entrano Speziale dal un lato e Chevanton dall’altro ma non c’è più tempo. I cinque minuti di recupero concessi dal Sig. Caso non regalano ulteriori emozioni.

 

Angelo Guadagno,  ForzaNocerina.it