PRIMA DIVISIONE B: La capolista Avellino a Frosinone, big match al San Francesco

PRIMA DIVISIONE B: La capolista Avellino a Frosinone, big match al San Francesco

La sesta giornata del Girone B della Prima Divisione del campionato di Lega Pro si apre senza anticipi del venerdì, e dunque tutte le partite inizieranno domenica 7 ottobre eccetto un posticipo che si giocherà lunedì 8. La domenica si apre con la sfida di Barletta, dove i biancorossi padroni di casa ospitano il Latina rivelazione di questo inizio di campionato. I nerazzurri arrivano al ‘Puttilli’ dopo il pari di Viareggio in campionato e la vittoria di coppa conquistata ai calci di rigore contro la Paganese. Brutta tegola in settimana, poichè il centrocampista ex Cagliari Salvatore Burrai nel match in Toscana ha rimediato una lesione muscolare dopo una forte ginocchiata: per lui si prevede un mese di stop. Solo una contusione invece per De Giosa, che sarà a disposizione di mister Pecchia. il pareggio di domenica scorsa sta un po’ stretto ai pontini, che proveranno sicuramente il colpaccio in Puglia. il Barletta, dopo il più che positivo 0-0 contro la Nocerina di due domeniche fa, ha subito un calo di risultati, perdendo con formazioni che stanno attraversando un miglior stato di forma quali Avellino (in campionato) e Benevento (in coppa). Considerando una visione globale di questo inizio di campionato la squadra di mister Novelli non è partita nel migliore dei modi, non avendo ancora vinto e risultando essere la seconda peggior difesa del torneo, con otto reti subite in cinque partite.

L’Avellino, nuova capolista del girone B, andrà invece a Frosinone, in uno dei confronti più interessanti di questa quinta giornata di campionato. I biancoverdi hanno trovato domenica la loro prima vittoria in casa contro il Barletta, superato per 1-0 con rete di Gigi Castaldo e in settimana hanno battuto dopo i tempi supplementari l’Arzanese, accedendo così al turno successivo. Il tecnico dei lupi, Massimo Rastelli, ha bacchettato le seconde linee affermando che nel mercoledì di coppa hanno profuso un impegno non pari alle sue aspettative, giocando forse con troppa superficialità, ma ha elogiato il grande lavoro di Catania, Bariti e soprattutto del mediano ex Juve Stabia Alessandro Fabbro, improvvisatosi bomber. La capolista sarà spinta in Ciociaria da un esodo che si preannuncia addirittura maggiore di quello di Benevento: venduti già quasi 400 biglietti. I gialloblù hanno dimostrato in queste prime partite di non essere disposti a fare la vittima sacrificale di nessuno, avendo pareggiato nell’ultima giornata contro la Nocerina in un incontro che li ha visti andare prima sul 2-0 per poi venire rimontati dai molossi. La nota negativa è arrivata in settimana con la sconfitta sul campo dei corregionali dell’Aprilia in coppa e con la notizia dell’infortunio del centrocampista ex Bari Davide Carrus: il giocatore sardo ne avrà per tre settimane. Il match di domenica sembra aperto a qualsiasi risultato, con l’Avellino che cercherà di mantenere la vetta e il Frosinone che vincendo potrebbe anche rubargliela.

Il secondo big match di giornata è senza dubbio quello del ‘San Francesco’ di Nocera, laddove i molossi di Auteri affronteranno il Perugia di Battistini. La Nocerina viene da due pareggi consecutivi, segnati da due prestazioni opposte: a Barletta, nel pareggio a reti bianche di due settimane fa, si è vista una squadra piuttosto spenta mentre a Frosinone i rossoneri hanno mostrato numerosi progressi e, rimontando due reti, di possedere una certa forza d’animo, che ha consentito loro di pareggiare facendo ben sperare in vista di quella gara che potrebbe essere il crocevia di un intero girone d’andata. Recuperato dall’infortunio il fantasista peruviano Roberto Merino, Auteri dovrà fare a meno di Schetter, squalificato dopo la doppia ammonizione di domenica scorsa. I molossi, dopo aver battuto a domicilio l’Andria in coppa, contano sul proprio potenziale offensivo per cercare la prima vittoria stagionale, pur trovandosi di fronte un avversario altrettanto tosto. La truppa rossonera è infatti apparsa carica e decisa a spegnere alcune polemiche di troppo e a sfruttare al meglio l’apporto della propria tifoseria, finora encomiabile per calore e presenza. Il Perugia arriva in Campania con la chiara intenzione di fare risultato, lasciando così alle spalle lo scivolone interno di venerdì scorso contro il Pisa. Il Grifo, che nell’impegno di coppa ha battuto ai supplementari i rossoblù dell’Aquila, potrà contare sull’apporto del recuperato Garcia mentre è stato disposto lavoro differenziato per Lebran e Carloto. Indisponibile il giovane difensore scuola Juventus Matteo Liviero, che durante la partita con il Pisa ha subito un trauma al rene e si è sottoposto ad un delicatissimo intervento chirurgico. Nota lieta: il promettente attaccante Matteo Politano è stato convocato dal ct Luigi Di Biagio in Nazionale Under 20. Anche questa partita sembra il classico confronto da ‘1X2′, caratterizzato inoltre dall’elevato tasso tecnico dei giocatori che si affronteranno in campo.

A Pisa invece arriva la Carrarese del nuovo tecnico Nello di Costanzo. I nerazzurri vengono dall’esaltante colpaccio di venerdì scorso al ‘Curi’ di Perugia, avendo battuto gli umbri per due reti ad una, prevalendo su un avversario di indubbio spessore, e cercheranno di fare ulteriori punti domenica contro un avversario sulla carta abbordabile. Il mister Pane ha recuperato Sabato, e ha aggiunto minuti nelle gambe di Scappini, rimasto fermo per gli ultimi quattro mesi; entrambi hanno giocato nella vittoriosa sfida di coppa contro il Rimini. I marmiferi invece sono stati finora la peggior squadra del campionato avendo perso tutte le prime cinque partite, e vengono dal secco 0-3 di domenica contro il Benevento. Neanche in coppa è andata bene: la Carrarese è stata battuta e dunque eliminata nella sfida casalinga contro la Reggiana. Il nuovo mister di Costanzo avrà parecchio da fare per sistemare una classifica che finora vede i gialloblù ultimi con il peggior attacco e, da domenica scorsa, anche la peggior difesa. Il Pisa dovrà però non sottovalutare l’avversario, trattandosi di un derby, peraltro contro una squadra che ha da poco cambiato allenatore. Note liete per i nerazzurri: convocato in Under 20 Leonardo Gatto; inoltre sono stati invitati i bambini delle varie scuole calcio della città per star vicino ai ragazzi di Pane, che nelle prossime giornate giocheranno in casa 3 gare su 4.

La Paganese sarà invece ospitata dai biancazzurri del Prato in un match tra due squadre che attraversano un discreto stato di forma: gli azzurrostellati vengono dalla vittoria casalinga contro il Gubbio mentre il Prato ha centrato la prima vittoria stagionale in quel di Sorrento. I campani si presentano al match del ‘Lungobisenzio’ a caccia di punti, dopo aver recuperato gli acciaccati Soligo e Fernandez, alle prese con problemi muscolari e precauzionalmente a riposo nell’allenamento di mercoledì. In settimana ha parlato il fantasista Loris Tortori, che si è detto entusiasta dell’affetto del pubblico azzurro; il ragazzo è stato il matchwinner di domenica scorsa siglando un bel gol in rovesciata. Il Prato ha recuperato lo squalificato Cristian Tiboni e il centrocampista Matteo Cavagna, assente a Sorrento per infortunio, e tenterà di dar seguito alla vittoria di domenica scorsa. In coppa la Paganese si è arresa ai rigori a Latina, mentre il Prato era già stato eliminato nella fase a gironi.

Il Viareggio di mister Cuoghi ospiterà invece il Catanzaro. I giallorossi hanno iniziato in chiaroscuro e vengono dal pareggio a reti bianche nella partita in casa contro l’Andria e dalla vittoria nel derby di coppa contro la Vigor Lamezia. I ragazzi di Cozza troveranno di fronte un avversario determinato in quella che si preannuncia come una partita piuttosto equilibrata. I bianconeri domenica scorsa hanno acciuffato con tanto cuore un pareggio contro il Latina confermando il proprio buono stato di forma anche nell’impegno settimanale di coppa, avendo battuto il Santarcangelo.

Chiude la domenica la partita di Andria, che sarà disputata alle ore 18, dove i padroni di casa affronteranno il Sorrento di mister Bucaro. I costieri vengono dallo scivolone interno contro il Prato e proveranno sicuramente ad invertire un trend negativo che li ha visti sconfitti anche due settimane fa a Latina. I biancoblù hanno pareggiato le ultime due partite, impattando in casa contro il Perugia due domeniche fa e a Catanzaro nella scorsa giornata. In settimana ha parlato mister Cosco, che ha elogiato le qualità del pubblico di casa e ha parlato di alcuni graduali progressi dei suoi ragazzi. In coppa i pugliesi hanno perso in casa con la Nocerina, pur disputando una discreta prova, mentre il Sorrento è stato eliminato nel turno precedente. Nota lieta per l’Andria: convocato nell’Under 20 di categoria Angelo Tartaglia.

La sesta giornata si concluderà invece con il posticipo serale del ‘Barbetti’ che vedrà affrontarsi lunedì sera il Gubbio padrone di casa e il Benevento del duo Imbriani-Martinez. I giallorossi hanno vinto dominando a Carrara e si presentano all’appuntamento in terra umbra dopo aver battuto in coppa il Barletta, ai tempi supplementari. In settimana lavoro differenziato per Caranci e De Risio, in gran spolvero l’attaccante Domenico Germinale, che ha segnato anche nell’impegno di coppa ed ha stabilito un singolare record: ha segnato in amichevoli, Coppa Italia, Coppa Italia Lega Pro e campionato. Il Gubbio cercherà di vendicarsi della sconfitta maturata domenica scorsa in quel di Pagani, come ha ribadito in settimana il mister Andrea Sottil il quale ha espresso tutta la propria soddisfazione per la vittoria dei suoi ottenuta in quel di Chieti nella partita di coppa e ha sottolineato la solidità di gruppo della propria compagine. Anche questa partita si preannuncia difficile da pronosticare, con due squadre dal potenziale molto alto e che puntano a traguardi importanti.


Marco Stile, ForzaNocerina.it